Suicidio a Cerignola, gay vittima di bullismo si toglie la vita. Una tragedia annunciata

Antonio Intellicato, 40enne di Cerignola, si è suicidato stanotte. L’uomo, molto conosciuto in città con il soprannome “Tonino”, aveva alle spalle una brutta storia che, presumibilmente, lo ha condotto fino al gesto estremo. La sua omosessualità non era mai stata accettata, né dalla famiglia, né, tantomeno, dalla società che lo aveva praticamente messo ai margini. Spesso era anche vittima di episodi di bullismo.

Fu persino accoltellato da suo fratello minore nell’estate del 2011. Il 40enne, ormai solo, aveva già tentato di togliersi la vita in altre occasioni. Più di recente era persino rimasto invalido. Questa notte, la fine. Tonino ha ingerito un cocktail di farmaci fatale. Inutili i soccorsi da parte degli operatori del 118.