Sanitaservice in Puglia, l’avvertimento dei sindacati: “No al bancomat per affaristi politico-mafiosi”

“La sentenza del Consiglio di Stato favorevole alla ditta Markas annulla di fatto l’internalizzazione del servizio di ausiliariato all’Asl di Brindisi”. Parla di situazione “devastante” il sindacato Usb, che da sempre ha sostenuto l’operazione Sanitaservice prima a Foggia poi nelle altre province della Puglia. “Sono state ribaltate le conclusioni del Tar di Lecce – spiega il coordinatore Santo Mangia -, provocando effetti devastanti non solo per i lavoratori brindisini. Leggendo le motivazioni, infatti, si fa a pezzi tutto ciò che è stato fatto finora, comprese le sentenze favorevoli al servizio. La sentenza del Consiglio di Stato ‘stravolge’ quanto statuito dalle norme europee che riguardano le società in house, arrivando a scrivere che ‘… non vi è obbligo, da parte degli stati membri, di disciplinare tali società né di limitarla o escluderla..’. Una considerazione questa – continua – che cozza terribilmente con tutte le sentenze emesse dalla Corte di giustizia europea e che ‘salvaguardavano’ il diritto di una Pubblica amministrazione a gestire un proprio servizio. Alla luce di questa sentenza le ripercussioni, negative, ci saranno per tutte le società in house se pensiamo che molti di questi servizi sono stati affidati per un certo numero di anni (sei) e che alla loro scadenza ci saranno (e di questo ne siamo convinti) problemi per il riaffidamento degli stessi alle società in house. La nostra impressione è che oggi con questa sentenza si sta ‘coprendo’ quanto politicamente avevano già deciso e cioè quello dello smantellamento delle società in house (basta rileggersi le Linee Guida adottate dalla Giunta Vendola il 3 Dicembre 2013). La Usb ed i lavoratori  – conclude – non ci stanno ad essere le vittime sacrificali di un pensiero (che sta diventando, di nuovo, unico) per cui la P.A. debba essere il bancomat per affaristi politico–malavitosi e per questo adotteranno tutte le forma di lotta (e legali) a che l’orologio della storia (in molti casi nefasta) torni indietro”. A Bari è stata convocata per il 20 maggio (dalle ore 11 presso il Policlinico di Bari – Aula Balestrazzi) un’assemblea con gli amministratori unici delle società ed i direttori generali delle Asl.