Parlano ucraino i furti a Cerignola. Sgominato centro di riciclaggio di autovetture

Cerignola patria del riciclaggio di autovetture. È questo il dato che emerge dall’ultima operazione del commissariato di Polizia diretto dal vicequestore aggiunto Loreta Colasuonno. Nel primo pomeriggio di ieri, infatti, è arrivata alla sala operativa una telefonata dalla “Vodafone Automotive”,  la quale riferiva che una Peugeot 208, di proprietà di una ditta di Bolzano, rubata in mattinata a Foggia, sulla quale era installato il loro sistema di antifurto satellitare, si trovava in Cerignola presso l’autodemolizione sita in Cerignola in via SS Ofantina km 1 + 500.

Evgen Reznicov
Evgen Reznicov

Gli agenti si sono recati immediatamente nel luogo segnalato, dove hanno trovato un giovane, seduto all’interno della cabina di comando di una pressa idraulica, mentre era intento a schiacciare la scocca di un’autovettura. Dopo un tentativo di fuga, il ragazzo è stato bloccato e sottoposto a fermo di indiziato dei delitti di riciclaggio e ricettazione in concorso. Si tratta di Evgen Reznicov, cittadino ucraino 37enne, con a carico un precedente specifico commesso il 27 settembre 2013.
Dal successivo controllo, all’interno della pressa, veniva rinvenuta una scocca a forma di cubo, sul quale veniva rilevato un numero di telaio che, da accertamenti effettuati, risultava effettivamente abbinato alla Peugeot 208 rubata. Nelle immediate vicinanze, venivano rinvenuti tutti i restanti componenti sia meccanici che di carrozzeria relativi all’auto. Inoltre, veniva rinvenuta la scatola contenente il GPS appartenente al sistema antifurto satellitare, sulla quale vi era una targhetta adesiva riportante i seguenti dati identificativi. Contattata la ditta “Vodafone Automotive”, la stessa confermava che i dati identificativi rilevati sulla scatola contenente il GPS, corrispondevano a quelli del GPS montato alla Peugeot.
Successivamente, si accertava che l’autodemolizione, all’interno della quale è stata rinvenuta l’auto completamente “cannibalizzata”, è di proprietà di I. G. 33enne cerignolana che veniva deferita in stato di libertà per i reati di ricettazione e riciclaggio in concorso.
L’operazione acquista notevole risalto in quanto a Cerignola, nel corso di analoghe operazioni, non è mai stata rinvenuta e sequestrata una pressa idraulica. Quella sequestrata nell’operazione di ieri, peraltro, è di nuova generazione e di elevato valore economico, fatto questo che rimarca l’elevato flusso di denaro generato dall’attività illecita di riciclaggio dei veicoli provento di furto.  L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato associato alla casa circondariale di Foggia a disposizione della competente autorità giudiziaria.