Liste pentastellate in almeno quattro comuni di Capitanata. A Manfredonia si punta su Fiore

Aspettano la delega notarile per l’utilizzo del logo e della dicitura “5stelle”. In quattro comuni al voto di maggio – Manfredonia, Sannicandro, Cerignola e Cagnano – i pentastellati di Capitanata hanno già ottenuto la certificazione della lista, l’ufficialità per il nome dei sindaci è rimandata di qualche giorno.

Il meetup di Manfredonia ha scelto Gianni Fiore per la carica di primo cittadino, un avvocato con meno di 40 anni ed esperto di europrogettazione. “Ha lavorato in vari paesi europei- dice Luigi Starace, candidato alle regionali che ha contribuito a stilare il programma sanità- per noi il discorso della trasparenza nello stornare i fondi europei e regionali è fondamentale”. Dai pescatori ai cittadini “basta con la mediazione del politico che fa quasi il pusher dei fondi, il problema numero uno è capire se possano essere direzionati meglio o meno”.

In questi giorni hanno incontrato le associazioni dei comparti, espressione di quella zona residenziale, secondo anello di costruzioni lungo la fascia costiera,  che da anni si dibatte nella mancanza di servizi.

Questi cittadini hanno manifestato davanti al Comune: “Chiedono asili, farmacie, scuole”. Con loro ha protestato il M5s: “Abbiamo partecipato alle loro iniziative senza simbolo del movimento, c’è chi dice che noi strumentalizziamo le situazioni ma non è vero, offriamo una spalla a chi ha dei problemi e a battaglie  già in corso”.

La rete di associazioni

Il meetup sipontini 5stelle ha aderito qualche giorno fa  alla neonata associazione per la Tutela e lo sviluppo del territorio che vede insieme Bianca Lancia, Lavoro&welfare, Lipu, Manfredonia Nuova, Sacco e Vanzetti, Sipontini in Movimento, Stigmamente.

La priorità è quella di contrastare l’insediamento ad opera dell’Energas dei depositi di Gpl nell’area di Siponto e la valorizzazione del patrimonio naturalistico del territorio “contro le lobby, i ritardi accentuatisi nelle bonifiche del sito Enichem, i progetti presentati per la trivellazione dei fondali marini e per l’eolico offshore”. Nei prossimi giorni sono previsti momenti di confronto e mobilitazione.

Il programma per le regionali in tour

Il tour con la candidata presidente alle regionali Antonella Laricchia è cominciato. Prime agorà a Troia e Candela in compagnia di alcuni pentastellati inseriti in lista (Rosa Barone, Mariateresa Bevilacqua, Vincenzo D’Errico, Grazia Manna, Sabrina Regina, Luigi Starace). Oltre le aspirazioni baresi e salentine, ai cinquestelle locali sta molto a cuore portare un uomo o una donna del territorio in via Capruzzi. La domanda ispiratrice di questo giro nei paesi visitati è: “Com’è possibile andare via dalla regione più bella de mondo?”. La risposta consiste in una critica serrata a tutta la politica finora condotta con  la richiesta di reddito minimo familiare, ripensamento dei servizi sanitari “depauperati da una irrazionale chiusura di ospedali e presidi medici”, riforma dei Consorzi di bonifica “incentivando le organizzazioni dei produttori a fare economia di qualità”, proteggere i nostri prodotti con una adeguata etichettatura, allearsi con la ricerca universitaria.