Raddoppio Cervaro-Bovino, via alla nuova gara da 68 milioni. Il prefetto incontra i sindacati

Il raddoppio della linea ferroviaria Cervaro-Bovino è stato oggi al centro di un incontro tra il prefetto Maria Tirone, l’assessore alle Infrastrutture, mobilità e trasporti Giovanni Giannini, il vicesindaco di Foggia Francesco D’Emilio, i rappresentati di Rti spa e di Italferr spa, e le organizzazioni sindacali del settore edile.

Il raddoppio della linea ferroviaria Cervaro-Bovino è stato oggi al centro di un incontro tra il prefetto Maria Tirone, l’assessore alle Infrastrutture, mobilità e trasporti Giovanni Giannini, il vicesindaco di Foggia Francesco D’Emilio, i rappresentati di Rti spa e di Italferr spa, e le organizzazioni sindacali del settore edile. L’incontro è stato indetto, su richiesta di queste ultime, per promuovere un confronto fra i soggetti coinvolti sullo stato degli adempimenti finalizzati alla ripresa dei lavori di realizzazione del raddoppio della linea ferroviaria Cervaro-Bovino, a seguito della risoluzione del contratto con la precedente imprese aggiudicataria. AI tavolo si è preso atto che Italferr s. p. a. ha indetto la nuova gara per un appalto dal valore complessivo di euro 68.256.108,98, pubblicando iI relativo bando il 19 gennaio 2015 con termine di scadenza fissato al 12 marzo 2015. II Prefetto ha assicurato la propria disponibilità a promuovere, all’esito dell’aggiudicazione della gara, su richiesta degli interessati, un tavolo per l’esame delle questioni afferenti alla ripresa dei lavori con specifico riferimento agli aspetti occupazionali. Saranno, inoltre, assunte, d’intesa con Rfi s.p.a. iniziative volte e prevenire fenomeni illeciti nella realizzazione delle opere. Nel corso dell’incontro, inoltre, in relazione alla gara di appalto accessorio che la società dovrà bandire per i lavori di completamento del cavalcaferrovia relativi alla chiusura del passaggio a livello al Km 5+789 della linea Foggia-Napoli, è stato approfondito lo stato dell’istruttoria propedeutica alla deliberazione della variante urbanistica, pregiudiziale alla stessa gara, che i rappresentanti dell‘amministrazione comunale si sono impegnati a definire nei prossimi giorni e a sottoporre all’attenzione del Consiglio comunale entro la fine del corrente mese di febbraio.





Change privacy settings