“Revocare multe a chi ha parcheggiato in via Diomede”. La proposta degli ‘Innovatori’ a Landella

“I cambiamenti – si sa! – generano resistenza, soprattutto in chi non è votato all’innovazione”. A dirlo sono gli “Innovatori” del circolo politico presieduto da Raffaele Di Mauro.

“I cambiamenti – si sa! – generano resistenza, soprattutto in chi non è votato all’innovazione”. A dirlo sono gli “Innovatori” del circolo politico presieduto da Raffaele Di Mauro. Il tema è ancora una volta quello dell’allargamento dell’isola pedonale. “La serie di piccole rivoluzioni realizzata nel corso dei primi mesi di amministrazione dal sindaco Landella sta cambiando volto alla città – scrivono in una nota -. E il gradimento manifestato dai cittadini conferma la bontà dell’operato fin qui realizzato. La proroga fino al 2 febbraio dell’ordinanza di allargamento dell’isola pedonale a piazza Giordano e via Lanza ha sollevato qualche polemica. Nulla di nuovo sotto il sole. La polemica fine a se stessa infatti non ha alcun valore in assenza di proposte in grado di dare soluzione ai problemi. La sperimentazione in corso mira alla realizzazione della zona a traffico limitato permanente nel rispetto delle esigenze rappresentate dai commercianti e delle soluzioni suggerite in termini di trasporto e viabilità tanto dall’Ataf quanto dalla Polizia municipale”.
Il circolo politico “Innovatori” ritiene che il percorso intrapreso sia quello giusto ed invita i cittadini a collaborare con l’amministrazione offrendo il proprio contributo di idee.
Nell’ottica del confronto e del servizio ai cittadini gli “Innovatori”, tramite il consigliere comunale Ilaria Mari, hanno avanzato al sindaco Landella la proposta di revocare le multe comminate ai danni di quanti hanno parcheggiato in via Diomede, pagando il ticket, pur in presenza del divieto di sosta su ambo i lati della carreggiata. “Ho chiesto udienza al sindaco” spiega Mari. “Gli ho spiegato che gli automobilisti sono stati tratti in inganno dal fatto che il parchimetro fosse attivo e che le strisce blu non fossero state oscurate. Alla notizia si è subito attivato per risolvere la questione”.