La Puglia potenzia il trasporto locale. Soldi freschi anche per la S.Severo-Apricena-Sannicandro

È in fase di registrazione presso la Corte dei Conti un Accordo di Programma sottoscritto in questi giorni dall’assessore Giovanni Giannini per la Regione Puglia e dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti con cui vengono stanziati 8,2 milioni di euro per interventi nel settore del trasporto pubblico locale.

È in fase di registrazione presso la Corte dei Conti un Accordo di Programma sottoscritto in questi giorni dall’assessore Giovanni Giannini per la Regione Puglia e dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti con cui vengono stanziati 8,2 milioni di euro per interventi nel settore del trasporto pubblico locale.
Si tratta di investimenti che si inquadrano nella strategia di rafforzamento del ruolo del sistema di trasporto ferroviario ed in particolare integrano gli obiettivi di ridurre i tempi di viaggio e di aumentare il numero dei passeggeri trasportati, assicurando migliori condizioni di viaggio tali da rinnovare la fiducia nel trasporto pubblico regionale. Gli interventi finanziati sono tutti immediatamente attuabili e riguardano alcune opere a salvaguardia della sede ferroviaria in corrispondenza degli imbocchi della galleria di monte Tratturale (importo 1,738 milioni di euro).
Le opere fanno parte e completano il più ampio progetto in corso di esecuzione da parte delle Ferrovie del Gargano per la velocizzazione della tratta S. Severo – Apricena – Sannicandro Garganico che, già dall’anno prossimo, consentirà di raggiungere il Gargano da Foggia in un’ora e venti minuti, a fronte delle due ore che oggi si impiegano. Altro intervento finanziato sulla predetta tratta è la realizzazione di un nodo di interscambio ferro – gomma (importo 3,166 milioni di euro). Verrà realizzato un ampio parcheggio nei pressi della stazione RFI di S. Severo in cui far attestare gli autobus del trasporto pubblico che garantiscono l’adduzione alla ferrovia della zone di quel territorio non servite dal ferro, così favorendo al massimo l’intermodalità che, oggi, rappresenta una delle soluzioni più efficaci per garantire la più ampia mobilità possibile. Verrà inoltre acquisito il materiale rotabile, consistente in tre carrozze da utilizzare ad integrazione di altrettante composizioni ferroviarie ( importo 3,3 milioni di euro). I collegamenti ferroviari della direttrice servita dalle ferrovie Appulo – Lucane hanno ormai assunto, in prossimità del capoluogo barese, vera e propria connotazione metropolitana di superficie specie nella tratta da Bari a Toritto. I volumi di passeggeri trasportati sono molto elevati ma spesso, per il sovraffollamento, la qualità del servizio ne risente. Con l’acquisto delle nuove carrozze si cercherà, quantomeno, di ridurre l’inconveniente. “Si può oggettivamente – spiega l’assessore Giovanni Giannini – affermare che ciascuno di questi tre tasselli partecipa a pieno titolo alla realizzazione di quel complesso puzzle che sta vedendo impegnato l’Assessorato regionale alle Infrastrutture e Mobilità e che una volta completato consegnerà ai pugliesi la fotografia di una Regione con un servizio di trasporto pubblico locale a livelli di eccellenza nelle scenario nazionale”.





Change privacy settings