Gargano escluso da decreto defiscalizzazione. Sconcerto di Vendola: “Il Sud di Renzi non appartiene all’Italia”

“Leggo con sconcerto e incredulità il decreto del Ministro dell’Economia Padoan che, per la seconda volta, esclude il territorio del Gargano dai benefici della defiscalizzazione a favore dei contribuenti colpiti dagli eventi metereologici. Se non intervenisse una immediata correzione vorrebbe dire che per il Governo Renzi il Sud non appartiene all’Italia”.

“Leggo con sconcerto e incredulità il decreto del Ministro dell’Economia Padoan che, per la seconda volta, esclude il territorio del Gargano dai benefici della defiscalizzazione a favore dei contribuenti colpiti dagli eventi metereologici. Se non intervenisse una immediata correzione vorrebbe dire che per il Governo Renzi il Sud non appartiene all’Italia. Sarebbe la sanzione formale della esistenza di un’Italia di serie A e di un’Italia di serie B. Occorre porre subito rimedio a questa imperdonabile sciatteria. Per questo, quello che rivolgo al Presidente del Consiglio è un pressante appello affinchè venga corretta immediatamente l’impostazione del decreto legge che prevede la defiscalizzazione”.

Così il Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola leggendo il secondo decreto del 1 dicembre, a firma del Ministro dell’Economia Padoan, che integra, con l’aggiunta di altre 30 località localizzate nelle regioni Toscana e Veneto, il precedente decreto del 20 ottobre scorso sulla defiscalizzazione concessa ai contribuenti dei territori colpiti dagli eventi meteorologico del 10/14 ottobre verificatisi nelle regioni Liguria, Piemonte, Emilia Romagna, Toscana, Veneto. Friuli Venezia Giulia.