Gino Lisa di “interesse nazionale”, ok unanime dal Consiglio comunale. Miranda battagliero

Il Consiglio comunale di Foggia con un ordine del giorno sollecita l’inserimento dell’aeroporto Gino Lisa tra gli scali di interesse nazionale. I consiglieri, infatti, hanno approvato all’unanimità il provvedimento per lo scalo foggiano. “Un inizio soddisfacente, carico di buoni auspici, su un argomento che non poteva vedere posizioni diverse o solitarie”.

Il Consiglio comunale di Foggia con un ordine del giorno sollecita l’inserimento dell’aeroporto Gino Lisa tra gli scali di interesse nazionale. I consiglieri, infatti, hanno approvato all’unanimità il provvedimento per lo scalo foggiano. “Un inizio soddisfacente, carico di buoni auspici, su un argomento che non poteva vedere posizioni diverse o solitarie”. Questo il commento del Presidente del Consiglio Comunale Luigi Miranda. “L’assise comunale – prosegue Miranda – è lo specchio fedele della Città e nell’Aula Consiliare, in proporzione, sono presenti tutte le idee e tutte le sensibilità diffuse nel territorio cittadino”.

“L’unanimità raggiunta dai Consiglieri Comunali di tutti i partiti il giorno stesso dell’insediamento segna in maniera inequivocabile quale sia la volontà dei foggiani intorno all’Aeroporto “Gino Lisa”. La volontà ferma e decisa di non vedere morire lo scalo di Via degli Aviatori. I foggiani reclamano senza ambiguità la piena operatività dell’aeroporto – continua Miranda – Il Consiglio Comunale e la sua Presidenza non gridano slogan e non cavalcano posizioni strumentali. La battaglia del Gino Lisa è lunga e complessa, e non consente soste. Burocrazia e boicottaggi sono dietro ogni passo avanti. Per questo l’impegno per lo scalo deve essere continuo e incessante . Se vogliamo che il Gino Lisa – lo scalo dei foggiani, ma a servizio di un territorio più ampio che comprende l’Irpinia, il Sannio, il Nord barese, l’alta Basilicata ed il Molise – abbia la sua giusta considerazione, l’impegno di tutti deve essere instancabile. L’impegno del Consiglio Comunale, in particolare, deve essere costante. “Più volte, e in più occasioni – continua Miranda citando Federico Pirro – ho sostenuto che il “Gino Lisa” non è un lusso. Lo stesso Pirro, recentemente, ha dichiarato che “la Capitanata locomotiva turistica della Puglia non può più tollerare una pista aeroportuale quasi per alianti”.

“Il Consiglio Comunale di Foggia – conclude il Presidente del Consiglio Comunale Luigi Miranda – terrà sempre vivo l’Ordine del Giorno per monitorare l’evolversi della situazione del Gino Lisa. Senza polemiche, ma con fermezza, la massima assise democratica del Capoluogo vigilerà affinché venga riconosciuto il ruolo nazionale dello scalo, e vengano effettuati quanto prima i promessi lavori di allungamento della pista”.