Ospedali Riuniti di Foggia, De Leonardis denuncia la carenza di personale: “Mancano 155 unità”

Grave crisi di personale agli Ospedali Riuniti di Foggia denunciata dal commissario Tommaso Moretti.

“Non servirebbe a nulla ricordare quante volte negli ultimi anni ho denunciato la grave carenza di attenzioni che la provincia di Foggia e il comune capoluogo in particolare stavano vivendo e subendo, e le ripercussioni che il Policlinico Ospedali Riuniti avrebbe avuto dopo la chiusura e il ridimensionamento di ospedali limitrofi, con un personale sempre più ridotto e sempre più costretto ad operare in una condizione di estremo disagio”. Il consigliere regionale Giannicola De Leonardis sottolinea la “grave” situazione dell’ospedale di Foggia: “E’ stato un grave errore ignorare il Policlinico foggiano quando sono arrivate le prime deroghe al blocco delle assunzioni, e basta scorrere l’elenco di criticità praticamente in ogni reparto fornito dal direttore generale Tommaso Moretti nel corso dell’ultima audizione in commissione Sanità a Bari per rendersene conto, e considerare le 155 nuove unità tra medici e infermieri che servirebbero per garantire a un bacino d’utenza considerevole una sanità all’altezza delle aspettative e della domanda di un’utenza penalizzata oltre ogni ragionevole misura”. Poi, il presidente della commissione Affari istituzionali, precisa che “va affrontata l’ultima emergenza legata alla carenza di anestesisti e rianimatori, l’accoglimento della richiesta formulata oggi, atta a garantire i fabbisogni standard di operatività degli Ospedali Riuniti, nella programmazione prossima ventura del neo assessore alle Politiche per la Salute Donato Pentassuglia” la sua conclusione”.