Regione Puglia, verso la stabilizzazione dei precari. Caroli: “Faremo in fretta”

Stabilizzazione dei precari e prepensionamenti. La Giunta ha preso atto oggi del protocollo d’intesa siglato dall’assessore al Personale Leo Caroli lo scorso 29 maggio con la cabina di regia (Cgil Cisl e Uil) ed ha dato mandato al Servizio Personale di avviare immediatamente quanto previsto dall’intesa.

Stabilizzazione dei precari e prepensionamenti. La Giunta ha preso atto oggi del protocollo d’intesa siglato dall’assessore al Personale Leo Caroli lo scorso 29 maggio con la cabina di regia (Cgil Cisl e Uil) ed ha dato mandato al Servizio Personale di avviare immediatamente quanto previsto dall’intesa. Obiettivo del protocollo è il consolidamento delle politiche per il personale, il reclutamento, l’organizzazione e le stabilizzazioni dei precari. La Giunta ha affidato all’assessore l’incarico per le linee di indirizzo per la stabilizzazione dei precari e più in particolare: la stesura di un disegno di legge regionale, per l’applicazione della norma nazionale e rendere esigibile la gradualità della stabilizzazione e per vincolare l’amministrazione a criteri e tempi certi, compatibili con le risorse disponibili e la definizione di un altro disegno di legge (cosiddetto “scivolo”) che consenta la messa in quiescenza anticipata, anche incentivata, di parte del personale storico che sta per perfezionare i requisiti, peggiorati recentemente dalla legge Fornero, in modo da permettere graduali immissioni in servizio di giovani precari al posto dei pensionati. Questo secondo Ddl infatti sarà a sostegno del percorso di stabilizzazione. “Faremo in fretta – si impegna l’assessore Caroli – e proporremo al gruppo di studio costituito con le parti una prima stesura dei disegni di legge entro giugno. Il percorso mi sembra del tutto lineare e rispondente sia alle aspettative dei precari che alle necessità della buona amministrazione”.