Connessione Internet, a Manfredonia arriva la banda ultra larga

Sono 45 i Comuni pugliesi, su un totale di 251, che potranno essere raggiunti dalla banda larga nei prossimi due anni. L’investimento complessivo in Puglia è di 88 milioni di euro.

capone“Carissimo Sindaco, sono particolarmente lieta di comunicarle che la sua Città è fra le prime 45 a beneficiare dell’infrastruttura strategica di Banda Ultra Larga”: è così che esordisce l’Assessore regionale allo Sviluppo Economico, Loredana Capone, rivolgendosi al primo cittadino sipontino Angelo Riccardi per comunicare la recente deliberazione di Giunta con la quale si avvia un notevole investimento tecnologico ed anche finanziario, considerati gli 88 milioni di finanziamento totale (poco più di una sessantina assegnati alla nostra regione dal Governo ed il restante riveniente da finanziamenti privati). Sono 45 i Comuni pugliesi, su un totale di 251, che potranno essere raggiunti dalla banda larga nei prossimi due anni.

L’Italia si trova innegabilmente in grave ritardo rispetto agli obiettivi fissati dall’Agenda Digitale Europea per il 2020. Essa prevede che tra poco meno di sei anni si debba raggiungere il 100% dei cittadini con connessioni ad almeno 30Mbps, e il 50% con connessioni ad almeno 100 Mbps, ma al momento solo il 15% della popolazione dei principali centri urbani è raggiungibile da fibra ottica o da connessioni VDSL.

Tra il milione e mezzo di cittadini pugliesi che nel volgere di un paio d’anni potranno beneficiare di questa ghiotta occasione ci sono anche quelli sipontini. Manfredonia è, infatti, decima nella graduatoria che comprende i 251 Comuni della Puglia (non sono stati tenuti in conto 7 di essi, i principali, per i quali gli operatori privati intendono investire autonomamente), per un progetto finalizzato alla realizzazione di infrastrutture di posa e di portanti ottici che consenta, agli operatori della telecomunicazione, l’implementazione di reti di accesso a banda ultra larga. Da notare che fra i requisiti minimi chiesti, e lasciando da parte quelli più prettamente tecnici, si legge: “In ogni Comune oggetto dell’intervento dovranno essere collegate in modalità FTTH (rete di telecomunicazione basata su collegamenti in fibra ottica che raggiungono direttamente gli edifici, ndr) tutte le sedi della Pubblica Amministrazione, dei presidi sanitari pubblici e i plessi scolastici”. Previsto, inoltre, il collegamento in fibra ottica delle aree industriali e di insediamento produttivo.

riccardi“La partenza del servizio sarà un deciso balzo in avanti per la cittadinanza ed anche per la Pubblica Amministrazione – osserva il Sindaco Riccardi – , che potrà trarne vantaggio diretto”. Il bando per attuare l’intervento, con le caratteristiche architetturali degli interventi ed i requisiti minimi, che potrà prevedere uno o più beneficiari, ha come data ultima di partecipazione il 28 maggio prossimo; quindi a giugno si parte con la realizzazione della rete e la successiva attivazione del servizio, quest’ultima prevista entro luglio 2016.





Change privacy settings