In provincia di Foggia il record delle “gemelline” centenarie. Emozioni e lacrime per Francesca e Maria

Tra nipoti e pronipoti si superano i 50, e tutti oggi erano a casa delle due. “Emozione unica, davvero qualcosa di raro”

Anzano di Puglia, piccolo borgo dei Monti Dauni al confine con l’Irpinia ha celebrato altre due centenarie: le gemelle Francesca e Maria Ricciardi che proprio oggi hanno spento le 100 candeline. Un intero paese in festa, nonostante freddo e neve, con la partecipazione di figli, nipoti e amici giunti anche dagli Stati Uniti. In provincia di Foggia, ormai è un dato di fatto, si vive più a lungo che nel resto della Puglia, soprattutto nei piccoli centri come Anzano dove gli ultracentenari sono tanti. Un corteo guidato dal sindaco Paolo Lavanga e dal parroco del paese, don Michele De Vincentis, è partito dalla residenza municipale e ha raggiunto la casa di campagna dove Francesca e Maria vivono insieme.

Francesca non ha figli, Maria ne ha 4, uno deceduto. Tra nipoti e pronipoti si superano i 50, e tutti oggi erano a casa delle due “gemelline”. “Proviamo tanta emozione dicono in coro, è un giorno bellissimo, l’unico dispiacere è che non c’è più un nostro caro fratello”. Filomena Troiano è una delle 50 nipoti, vive a New York e fa la giornalista. “È da Natale che mi trovo ad Anzano e ho voluto aspettare questo giorno per festeggiare nonna Francesca e Maria. Un traguardo bellissimo. Siamo molto felici”. Rocchina Albanese è invece l’ultima delle nipoti e vive a Mantova, non sa trattenere le lacrime. “È un’emozione unica. È raro che due gemelle arrivino a 100 anni”.

Anzano di Puglia si è messa l’abito delle feste per le sue centenarie. “Tutto il paese  – ha detto il sindaco – vi ha preso parte perchè questa è la forza e la caratteristica di questi borghi ai confini della nostra provincia”. Lavanga e don Michele hanno consegnato loro un riconoscimento a nome dell’amministrazione ma anche di tutta la comunità locale.

Seguici anche su Instagram – Clicca qui

Ricevi gratuitamente le notizie sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come



In questo articolo: