I commissari restano a Foggia per altri sei mesi, ok del Governo alla proroga. “È necessaria”

La decisione in considerazione della “necessità di proseguire nell’azione di ripristino della legalità”. Si tornerà a votare nell’autunno 2023. Magno&co in città dopo lo scioglimento per mafia

Il Consiglio dei ministri, su proposta del ministro dell’Interno Matteo Piantedosi, in considerazione della necessità di proseguire nell’azione di ripristino della legalità, ha deliberato la proroga di sei mesi della durata della gestione commissariale del Comune di Foggia.

I commissari Marilisa Magno, Rachele Grandolfo e Sebastiano Giangrande si sono insediati a Palazzo di Città dopo lo scioglimento per mafia dell’ente nell’agosto 2021. Alla luce di questa decisione, i foggiani dovrebbero tornare al voto per eleggere la futura amministrazione e il nuovo sindaco nell’autunno del 2023, dopo ben due anni di commissariamento. Stessa sorte era toccata ai Comuni della Capitanata precedentemente sciolti per infiltrazioni della criminalità organizzata.

Seguici anche su Instagram – Clicca qui

Ricevi gratuitamente le notizie sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come



In questo articolo: