Gargano, scovato bazar della droga in un box (valore 100mila euro). Finanzieri arrestano il responsabile

I militari avevano notato un’anomala frequentazione di persone, alcune con precedenti, nella zona interessata. Poi il blitz a San Nicandro

Uno chilo di marijuana, uno di hashish e quasi 20 grammi di cocaina pura sono stati sequestrati dai finanzieri della Tenenza di San Nicandro Garganico durante un intervento a contrasto dello spaccio sostanze di stupefacenti.

In particolare, i finanzieri, nel corso delle attività di controllo economico del territorio, hanno rilevato un’anomala frequentazione di persone, alcune gravate da precedenti specifici in materia stupefacenti, in un box adibito anche ad abitazione da parte di un soggetto incensurato di San Nicandro Garganico.

A quel punto, i finanzieri, dopo aver condotto mirate attività di osservazione e riscontro, hanno deciso di procedere a perquisizione con l’ausilio delle unità cinofile della Compagnia di Manfredonia, individuando e sottoponendo a sequestro diversi involucri contenenti sostanze stupefacenti di vario tipo occultati nel locale, il materiale utilizzato per il confezionamento, due bilancini di precisione e denaro contante per quasi 2.000 euro, provento dell’attività di spaccio.

La sostanza stupefacente sequestrata avrebbe consentito di confezionare circa 17.000 dosi che, una volta immesse nelle piazze di spaccio, avrebbero reso circa 100mila euro. 

Il responsabile è stato arrestato e, su disposizione della Procura della Repubblica di Foggia, condotto presso la Casa Circondariale perché ritenuto responsabile di detenzione illecita di sostanze stupefacenti. La sua posizione è al vaglio dell’autorità giudiziaria. L’uomo non può essere considerato colpevole fino ad eventuale pronuncia di una sentenza di condanna definitiva.

L’attività di servizio svolta è espressione del presidio del territorio svolto costantemente dai militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Foggia a tutela della legalità ed al contrasto ai fenomeni criminosi connotati da maggiore pericolosità sociale. 



In questo articolo: