“Sono stato poco attento a quello che c’era a casa mia”. La versione di Aboubakar a “Piazzapulita”

Al parlamentare è stato chiesto conto delle immagini con accessori costosi e firmati che la sua compagna, che gestiva una coop assieme alla suocera oggi indagata per malversazione, sfoggiava sui social

“Io mi scuso perché sono stato poco attento, mentre giravo per il Paese, a quello che c’era a casa mia. Io non sono in quella coop, ma approfondirò tutto come deputato della Repubblica”. Lo ha detto il deputato Aboubakar Soumahoro intervistato a ‘Piazzapulita’ su La7. Al parlamentare è stato chiesto conto delle immagini con accessori costosi e firmati che la sua compagna, che gestiva una coop assieme alla suocera oggi indagata per malversazione, sfoggiava sui social, e questo a fronte, è stato spiegato nel corso della trasmissione, di 400 mila euro di stipendi non pagati, ma anche di 200 mila distribuiti alla dirigenza della coop e un resort che la sua famiglia avrebbe aperto in Ruanda. “Quelle immagini? Non mi hanno creato imbarazzo – ha risposto -. Il diritto all’eleganza e alla moda è libertà, la moda non è né bianca né nera. Poi quelle immagini vanno datate. Mia moglie ha la sua vita. Non lavora più nelle coop”.

È grazie al lavoro della moglie, ha spiegato l’ex bracciante, che hanno comprato casa accendendo un mutuo trentennale: “Tutti gli atti sono trasparenti”. Soumahoro ha poi risposto agli attacchi dei suoi ex colleghi della Lega Braccianti, poi tornati in Usb, rispetto alla rendicontazione dei bilanci, in particolare di 56.800 euro non rendicontati su un bilancio di 220 mila euro. “Sono nelle condizioni di poter produrre tutte le prove. I soldi sono stati spesi per l’acquisto di generi alimentari, gel disinfettante, trasporti, e i rimanenti 56.800 sono andati nell’esercizio 2021. Il bilancio è disponibile sul sito della Lega Braccianti. Chi mi accusa oggi è tornato a far della Usb, organizzazione con cui ho un contenzioso, dopo essere passato con me nella Lega Braccianti. Sono tornati indietro perché mi avevano chiesto di destinare loro in forma di stipendio i soldi delle donazioni. Ho rifiutato”. Soumahoro ha negato di aver mai usato i soldi delle donazioni per finanziare la sua ascesa politica: “Assolutamente no, mai. Anzi, ci ho anche rimesso”. (Ansa).

Seguici anche su Instagram – Clicca qui

Ricevi gratuitamente le notizie sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come



In questo articolo: