“Finiamola, Vieste e il Gargano non sono più cari di altre località”. Per l’assessora Falcone troppa cattiva pubblicità

“Gli aumenti ci sono stati ovunque. Quanto alle presenze, l’unico dato ufficiale è quello di giugno con un più 35% di arrivi, per il resto dobbiamo attendere i dati ufficiali”

“Finiamola di dire che la Puglia e il Gargano sono cari. Provate ad andare in altre località turistiche d’Italia e poi ne parliamo”. L’ha detto ai nostri microfoni l’assessora al Turismo del Comune di Vieste, Rossella Falcone. “A mio avviso si sta facendo solo cattiva pubblicità a Vieste ed al Gargano. Gli aumenti ci sono stati a Vieste come a Gallipoli, come a Capri, a Ischia, a Taormina, in riviera romagnola, in tutta Italia. Pertanto finiamola di dire sempre le stesse cose. Quanto alle presenze, l’unico dato ufficiale è quello di giugno con un più 35% di arrivi, per il resto dobbiamo attendere i dati ufficiali. Una cosa è certa, a Vieste siamo in linea con l’estate 2019, quella pre covid. Non possiamo lamentarci”.



In questo articolo: