Trasferta milanese per la squadra foggiana dei Fratelli d’Italia. “Portiamo proposte concrete per il Paese”

La tre giorni di conferenza programmatica alla corte della leader Giorgia Meloni

“L’evento di Milano nasce dalla necessità di essere protagonisti nel Paese, dimostrando di poter essere e di saper essere forza di Governo con proposte concrete per l’Italia, perché l’Italia è un’energia da liberare. Questo è lo spirito che anima la tre giorni di conferenza programmatica e la partecipazione di una rappresentanza così significativa proveniente dalla Capitanata, si inserisce in questo solco”. Così il consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Giannicola De Leonardis, commenta la manifestazione milanese che sancisce l’inizio della campagna elettorale per le Politiche 2023 del partito di Giorgia Meloni.
Protagonista della manifestazione insieme, all’onorevole Marcello Gemmato, anche l’onorevole Galeazzo Bignami, responsabile nazionale del Dipartimento imprese e mondi produttivi e commissario provinciale del partito, con il suo intervento a tutela del Made in Italy e della libertà d’impresa come pilastro della società e dell’occupazione. “L’identità non può essere un problema, l’identità è unità di misura della ricchezza delle Nazioni. Condizione necessaria, però, è che lo Stato sostenga questo tema, come il tema dell’energia, ad esempio cercando di realizzare quella autosufficienza della Nazione. Costruire un fisco più giusto e più equo. Perché non ci si può nascondere dietro un dito: è indubbio che la sinistra ha un problema non solo con l’identità, ma ha un problema anche sul concetto di merito: noi crediamo nella ugualianza alla partenza, ma crediamo che la differenza all’arrivo la faccia il merito”.
Da Milano a Foggia: “I partiti hanno il dovere di credere nella città, e la città ha il dovere di credere che nei partiti c’è un sentimento di cambiamento – afferma Giandonato La Salandra, componente della Direzione Nazionale del partito di Giorgia Meloni -. Siamo la forza leader della coalizione del centrodestra e abbiamo il dovere di prendere sulle nostre spalle il peso di individuare il prossimo sindaco della città di Foggia. Una figura che possa rispondere a domande che mai come ora la città si pone, una figura che abbia non solo la fiducia dei foggiani, ma che senta su di sé il peso di quella fiducia”.
“Non è solo una questione di radici – commentano i meloniani – le radici sono profonde, ma anche di rami cui le persone possano guardare per riconoscere l’albero, per riconoscere l’importanza della bellezza della politica, per riconoscere se stessi e le proprie idee”.
Alla manifestazione milanese, in programma dal 29 aprile al 1 maggio, insieme al commissario provinciale Bignami, sono presenti: Giannicola De Leonardis e Giandonato La Salandra, Francesco D’Emilio, Giuseppe Pedarra, Alfonso Buono, Grazia Pennella (assessore Comune di Manfredonia), Ercole Costa (consigliere comunale Stornarella), Roberto Augello (consigliere provinciale, San Nicandro Garganico), Alessio Villani (San Marco in Lamis), Pierfrancesco Castellano (Cerignola – dipartimento agricoltura), Francesca Marino (Cerignola, dipartimento professioni), Antonio Giannatempo (consigliere comunale Cerignola), Luigi Ciavarella (Torremaggiore), Nicola Morcavallo (San Giovanni Rotondo).