Parcheggi limitati al Riuniti di Foggia, accessibili per i medici ma vietati a infermieri e impiegati. “Scelta scellerata”

Fa discutere la recente decisione del commissario straordinario Pasqualone. “Discriminate tutte le altre categorie di lavoratori”

Sta creando molti malumori la decisione del commissario straordinario del Policlinico “Riuniti” di Foggia, Giuseppe Pasqualone, di limitare l’accesso ai parcheggi (e alle altre aree dell’ospedale) dal 2 maggio prossimo. Secondo quanto stabilito, non potranno parcheggiare gli infermieri, gli operatori socio-sanitari, i tecnici e gli impiegati amministrativi. Scelta definita “scellerata” da alcuni dipendenti: “Non è condivisibile la scelta del dg Pasqualone, non può concedere il parcheggio ai soli medici, discriminando tutte le altre categorie di lavoratori – scrivono a l’Immediato -. Questa cosa è inammissibile, noi siamo pronti a scioperare in massa creando dei disservizi”.

Gli altri provvedimenti

Le visite ai parenti per tutti i reparti avverranno esclusivamente dalle 18.30 alle 20, mentre tutti gli accessi agli edifici, ai varchi pedonali e ai cancelli verranno chiusi dalle 20.30 alle 6.30. Inoltre saranno chiusi tutti i varchi d’accesso per tutti i giorni della settimana, tranne a chi espressamente autorizzato. Potranno accedere dal varco di Via Napoli gli utenti in terapia salvavita se dotati di pass, le donne in stato di gravidanza con certificato, i disabili con contrassegno e i mezzi dei fornitori del Policlinico. Accesso solo per carico e scarico per chi accompagna pazienti con difficoltà di deambulazione. Queste stesse categorie, più i mezzi delle forze dell’ordine e i taxi potranno accedere da via Perosi. L’accesso al parcheggio da Viale Pinto sarà riservato ai dirigenti (soprattutto medici), agli operatori del turno di notte, agli utenti del Pronto Soccorso, alle ambulanze, alle forze dell’ordine e ai carri funebri.

Seguici anche su Instagram – Clicca qui