Il Foggia al fotofinish evita la disfatta: 2 a 2 in casa della Virtus Francavilla. Rossoneri si salvano con Garofalo

Dopo una settimana di polemiche i satanelli tornano in campo e strappano un punticino in trasferta grazie a un gol al 88′

Il Foggia desidera voltare pagina dopo la sonora sconfitta subita contro il Catanzaro la scorsa settimana. I rossoneri sono ospiti della Virtus Francavilla, una delle rivelazioni di questo campionato. Zeman schiera Petermann in difesa, considerate le squalifiche di Sciacca e Di Pasquale e l’infortunio di Buschiazzo. Torna in campo da titolare dopo vari mesi Di Grazia, schierato dal primo minuto vista l’assenza di Ferrante. L’11 di partenza del Foggia: Dalmasso; Garattoni, Girasole, Petermann, Rizzo; Rocca, Di Paolantonio, Gallo; Di Grazia, Curcio, Merola. Taurino, allenatore del Francavilla, sceglie un centrocampo massiccio per arginare le offensive degli ospiti. Questo il 3-4-1-2 iniziale dei padroni di casa: Nobile; Idda, Miceli, Caporale; Carella, Toscano, Franco, Ingrosso; Maiorino; Perez, Patierno. Trasferta vietata ai tifosi del Foggia.

La cronaca
Al 16′ Di Paolantonio ha una buona occasione per portare la sua squadra in vantaggio, ma spedisce il pallone sopra la traversa. Ci pensa Merola a sbloccare il match due minuti dopo: Rizzo vince un rimpallo e serve un cross invitante che l’esterno destro capitalizza in rete. Al 30′ Merola firma la doppietta, ma il gioco è fermo per un fuorigioco precedente di Curcio. Al 36′ Maiorino effettua un traversone che attaversa tutta l’area rossonera pericolosamente, senza però trovare nessuna deviazione dei suoi compagni. Al 39′ Merola supera Nobile, ma è decisiva la chiusura di Idda. Un minuto dopo la Virtus sfiora il pareggio: Patierno al volo colpisce bene ma trova un’ottima risposta di Dalmasso. Al 42′ Perez colpisce a botta sicura di testa ma trova Rizzo sulla linea di porta a respingere. Al 45′, però, il numero dieci non sbaglia e sul primo palo beffa Dalmasso, portando il punteggio in parità al termine dei primi quarantacinque minuti. All’82’ ci prova anche Curcio, palla alta.

Al 47′ Nobile respinge una bella conclusione di Gallo. Al 60′ Merola e Di Grazia scambiano bene nello stretto ma Nobile si oppone nuovamente. Al 67′ Petermann trattiene un avversario in area e l’arbitro assegna calcio di rigore per la Virtus Francavilla: dal dischetto Maiorino non sbaglia e firma il 2-1. Al 75′ Merola va a centimetri dal pari, con un colpo di testa terminato di pochissimo fuori. All’88’ il Foggia torna in parità: Garofalo, entrato nel secondo tempo, devia un cross preciso di Gallo e fa festa con i suoi compagni. Il Foggia raddrizza il match, che termina 2-2.



In questo articolo: