Attrattività Borghi, Di Bari: “La Puglia sceglie Accadia, così rilanciamo i borghi pugliesi”

Il centro dei Monti Dauni è stato selezionato tra 13 proposte di candidatura che erano giunte alla fase finale

La Regione Puglia ha scelto Accadia: il borgo dauno riceverà i finanziamenti previsti per il Progetto pilota di rigenerazione culturale, sociale ed economica nell’ambito della Misura 2.1 del PNRR, “Attrattività Borghi”. Le risorse dei finanziamenti – circa 20 milioni di euro – saranno utili per la rigenerazione urbana di un’area particolarmente a rischio di spopolamento e impoverimento economico e sociale. Il processo di selezione è stato lungo e ha coinvolto oltre 50 realtà territoriali pugliesi.

Esprime soddisfazione Grazia Di Bari, delegata alle politiche culturali della Regione Puglia: “La valorizzazione dei borghi e la rigenerazione urbana sono temi al centro della nostra azione. I fondi del PNRR ci aiutano ad essere più incisivi e rapidi nel supporto a realtà territoriali importanti”.

La Regione Puglia ha scelto di puntare sulle aree interne, individuando Accadia fra le 13 proposte di candidatura che erano giunte alla fase finale. Il Comune del Sub-Appennino dauno presenta il tasso di spopolamento più alto (-70% tra il 1991 e il 2020) e la candidatura del Rione Fossi, il nucleo più antico del centro abitato, rappresenta un unicum nel panorama regionale, in quanto compendio abitativo storico interamente di proprietà pubblica.

“Voglio ringraziare le amministrazioni comunali che hanno presentato ottime proposte per questa iniziativa – continua Grazia Di Bari – e voglio dire fin da ora che i progetti che non sono stati selezionati non cadranno nel vuoto. L’intero procedimento è stato utile per raccogliere idee e progettualità per gli interventi futuri e ci impegneremo in ogni sede per verificare le possibilità di finanziare anche altri borghi”.