È nata a Kiev da madre russa e papà ucraino, il dolore della “garganica” Anastasia: “Siamo lo stesso popolo”

La signora Riewa vive da 30 anni a Peschici. “Questo conflitto non è nato venti giorni fa, ma va avanti da anni, e anche chi ha ragione facendo la guerra passa dalla parte del torto”

Anastasia Riewa è una giovane signora che ormai da trent’anni vive e lavora a Peschici. È nata a Kiev da mamma russa e papà ucraino. Come sta vivendo il conflitto tra le due nazioni?

“È una guerra assolutamente ingiusta che si combatte tra due popoli uguali. Ucraini e russi sono lo stesso popolo. Hanno sempre vissuto insieme tranquillamente, e c’è anche chi è stato chiamato a tornare a combattere e si è rifiutato dicendo di non volere andare a fare la guerra allo stesso popolo”.

Anastasia è preoccupata per il papà che vive a 10 chilometri dalla capitale. “Siamo passati da ricevere messaggi del tipo ‘tutto bene’, ‘oggi poche o tante bombe’, a ‘oggi siamo ancora vivi’. Premesso che la guerra è sempre da condannare, va detto che questo conflitto non è nato venti giorni fa, ma va avanti da anni, e anche chi ha ragione facendo la guerra passa dalla parte del torto”.

Seguici anche su Instagram – Clicca qui