Covid, numeri ancora alti in Italia: 186.740 nuovi contagiati e 468 morti. Crescono ricoveri e terapie intensive

Crescono, come previsto i contagi Covid in Italia nel bollettino di oggi del ministero della Salute. Una conseguenza del netto aumento dei tamponi effettuati, quasi il triplo rispetto a ieri, quando ha pesato l’effetto weekend. I nuovi casi sono 186mila, meno rispetto a martedì scorso, quando si era raggiunto il record da inizio pandemia. Scende, dunque, la curva epidemica. Male, però, sul fronte dei morti: sono 468 le vittime registrate oggi, di cui circa centinaio relative a riconteggi delle Regioni. Crescono anche i ricoveri sia in area medica sia in terapia intensiva. Da segnalare che, per il secondo gorno consecutivo, i guariti sono più dei nuovi positivi per cui diminuiscono gli attualmente positivi. “I contagi stanno calando”, ha detto all’AGI il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri. “L’ondata dura 40-60 giorni”. La proroga allo stato di emergenza che scade il 31 marzo? “Non ci sarà”.

Nuove regole per i viaggi in Europa: Green pass e stretta sui tamponi

Figliuolo: “Siamo arrivati al plateau”. Cosa significa

Il bollettino Covid del 25 gennaio 2022

Il bollettino di oggi: 186.740 casi e 468 morti. Sono 186.740 i nuovi csi e 468 i morti. Crescono ricoveri (+165) e terapie intensive (+9). Regioni: balzo di positivi e di vittime in Veneto, Piemonte +18.656, Lazio +17.165, Campania +16.380, Toscana +13.810, Emilia-Romagna +13.561, Marche +7.806.

Il bollettino del 24 gennaio: calano gli attualmente positivi 



In questo articolo: