Folle fuga tra le vie di Foggia, poi lo schianto contro un semaforo: nei guai due giovani

Anche un minorenne, deferito al tribunale di Bari

Momenti di tensione quelli vissuti qualche notte fa in via Fuiani da parte delle Gazzelle del “112” del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Foggia. I militari del Pronto Intervento infatti si sono imbattuti in 2 giovani originari del capoluogo dauno, rispettivamente di 19 e 17 anni, che, a bordo di una Fiat Stilo, si aggiravano con fare sospetto per le vie del capoluogo dauno.

Immediatamente gli equipaggi del 112 percepiscono che i 2 ragazzi potrebbero nascondere qualcosa all’interno dell’auto o non avere il veicolo in regola. Perciò hanno intimato l’alt  ai 2 giovani con paletta e segnali luminosi, con l’obiettivo di procedere ad un controllo. Questi ultimi si sono dati però alla fuga ad altissima velocità, percorrendo strade contromano e attraversando gli incroci con il semaforo rosso, incuranti di mettere a repentaglio l’incolumità dei passanti in quel momento per le strade cittadine. Ne è scaturito un pericoloso inseguimento a sirene spiegate per le vie del centro abitato dove i fuggiaschi lungo la corsa hanno perso autonomamente il controllo del veicolo, andando ad impattare contro un semaforo. A quel punto una breve fuga a piedi, prima di essere fermati dai carabinieri.

Il 19enne e il 17enne sono stati quindi condotti presso gli Uffici del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Foggia per l’espletamento di alcuni accertamenti che hanno permesso successivamente di evidenziare il fatto che i 2 soggetti fossero già noti alle Forze dell’Ordine e che il conducente fosse sprovvisto di patente di guida poiché mai conseguita e della copertura assicurativa dell’auto.

Il 19enne è stato quindi tratto in arresto per il reato di resistenza a pubblico ufficiale e, come disposto dalla locale Procura della Repubblica, lo stesso è stato tradotto presso la casa Circondariale di Trani. Inoltre il medesimo è stato deferito in stato di libertà per guida senza patente con reiterazione infra-biennale.

Nel corso dell’udienza di convalida, l’autorità giudiziaria ha convalidato l’arresto disponendo per il 19enne la misura cautelare dell’obbligo di presentazione quotidiana presso la locale Stazione Carabinieri e dell’obbligo della permanenza notturna in casa.      

Il 17enne, autore del reato in concorso, è stato deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Bari ed affidato ai genitori esercenti la patria potestà.