Manfredonia come Milano, slogan (e logo) quasi identici per Prencipe e Sala. Dalla “città +” allo stemma circolare

Una campagna, quella del politico meneghino, che dev’essere piaciuta parecchio anche a qualcuno in riva al Golfo, città in cui i vari schieramenti politici si stanno preparando per la sfida elettorale del prossimo 7 novembre

Milano-Manfredonia, due città così lontane (circa 800 km), ma con tanti aspetti in comune. Entrambe iniziano con la lettera “m”; in entrambe si andrà a breve al voto per eleggere l’Amministrazione comunale; entrambi i candidati sindaci del centrosinistra hanno lo stesso slogan elettorale. Ma com’è possibile, si staranno chiedendo in molti. Ebbene già dando un primo colpo d’occhio ai materiali di comunicazione dei due candidati Giuseppe Sala (Milano) e Gaetano Prencipe (Manfredonia) le similitudini sono piuttosto evidenti, tanto nella forma quanto nella sostanza, con buona pace dell’agenzia barese “Proforma” di Bari che da diversi mesi sta curando il piano di comunicazione di Sala per la corsa alla riconferma di primo cittadino del capoluogo lombardo. Una campagna che vede due elementi identitari: la circolarità del logo (con mescolanza dei colori simboleggianti le Olimpiadi; nel 2026, assieme a Cortina, la città meneghina ospiterà la versione invernale) ed il simbolo “+”. “Milano sempre più Milano. La città che costruiremo sarà migliore: più semplice, più verde, più connessa, più giusta e più internazionale”, si legge a caratteri cubitali nel programma, negli opuscoli e nei video del candidato sindaco Sala.

Una campagna che dev’essere piaciuta parecchio anche a qualcuno in riva al Golfo, città in cui i vari schieramenti politici si stanno preparando per la sfida elettorale del prossimo 7 novembre. Imbarazzante è la somiglianza con il logo ed il claim della lista “Progressisti Dem Manfredonia” (lista che sostituisce quella del Partito Democratico, sceso in campo senza il tradizionale simbolo) a sostegno di Gaetano Prencipe, già sindaco di Manfredonia dal 1995 al 2000. Una candidatura annunciata come di cambiamento e di rottura con il recente passato, che si presenta con il seguente slogan: “Una città PIÙ verde, digitale e competitiva”, assai simile a quello del meneghino Sala. Idem dicasi per la circolarità del logo con mescolanza dei colori con posizionamento centrale del testo. Coincidenze, plagio o mancanza di idee?