Due periti da Torino per verificare le cause della morte di Donato Monopoli. In tribunale nuova tappa del processo a due giovani foggiani

Michele Verderosa e Francesco Stallone sono accusati di aver ucciso il cerignolano nel locale discoteca “Le Stelle”

Nuova tappa del processo ai giovani foggiani Michele Verderosa e Francesco Stallone, imputati con l’accusa di aver ucciso (omicidio aggravato dai futili motivi) Donato Monopoli, ragazzo di Cerignola pestato a sangue nella discoteca “Le stelle” di Foggia. La vittima, aggredita la sera del 6 ottobre 2018 mentre tentava di difendere un amico, morì dopo circa sette mesi di agonia a causa delle gravi ferite riportate.

Oggi in tribunale è stato conferito l’incarico ai periti nominati dal giudice. I professionisti, entrambi di Torino, dovranno verificare le cause del decesso del giovane. Pm, parti civili e difesa degli imputati hanno nominato, a loro volta, propri consulenti.
I quesiti attengono all’individuazione della causa della morte – che per i legali della famiglia di Donato Monopoli sarebbe già ampiamente acclarata da perizie precedenti – e alla riconducibilità delle stesse agli imputati ovvero alla verifica della sussistenza di eventuali concause.
Rinvio al 28 gennaio 2022 per esame periti. “Nella speranza che la Giustizia che spetta di diritto al nostro caro Donato sia sempre più vicina”, hanno commentato parenti e amici di Monopoli.

Ricevi gratuitamente le notizie sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come





Change privacy settings