Bollettino nazionale: 4.720 nuovi casi di Coronavirus e 71 decessi. Il tasso di positività scende di un punto secco

Risale il numero dei contagi da Coronavirus in Italia a fronte però di più del doppio dei tamponi processati rispetto a ieri tant’è che il tasso di positività cala all’1,5%. I dati del bollettino del ministero della Salute mostrano anche un’impennata di decessi (dato influenzato dai recuperi della Regione Sicilia), per un totale di 129.638 vittime dall’inizio dell’epidemia. Si stabilizzano invece i ricoveri. L’Italia è vicinissima all’immunità di gregge: il commissario straordinario per l’emergenza Figliuolo in visita all’hub vaccinale di Rieti ha fatto il punto sull’andamento della campagna vaccinale in Italia. “Oggi è un bel giorno perché abbiamo appena raggiunto e di poco superato l’80% delle prime somministrazioni a persone già guarite o con una dose” – ha dichiarato – Considerati quanti per motivi sanitari non possono vaccinarsi, ritengo che pochi Paesi al mondo abbiano raggiunto questo risultato”.

Pfizer, Ema avvia valutazione sulla terza dose

Bene anche sul fronte giovani: “Sui giovani stiamo avendo davvero ottimi risultati. A livello nazionale, su 100.000 prime inoculazioni di ieri, il 30% erano somministrazioni fatte alla classe tra i 12 e i 19 anni“. Ha dichiarato Figliuolo che ha poi aggiunto: “A livello complessivo stiamo raggiungendo, come prima dose, ottimi risultati. Qualcosa in meno nella fascia 12-15 anni, dove siamo intorno al 50% come prime dosi ma chiaramente sono gli ultimi che hanno iniziato”. Intanto, manca pochissimo al nuovo anno scolastico: ieri primo giorno di nuovo sui banchi per gli studenti dell’Alto Adige e il 13 settembretoccherà ai ragazzi di molte altre regioni. La discussione verte sull’uso delle mascherine in classe: il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi ha avanzato l’ipotesi per cui, in una classe in cui tutti sono vaccinati, non dovrebbe servire anche la protezione delle vie aree. I virologi Abrignani e Ricciardi sono più cauti, in relazione anche alla contagiosità della variante Delta, e c’è preoccupazione tra genitori e presidi per la privacy di bambini e ragazzi e per il rischio emarginazione dei non vaccinati.

Scuola, la ‘super app’ per controllare il Green pass

Scuola, le proteste dei presidi sulle classi senza obbligo di mascherine

Il bollettino Covid del 7 settembre

Sono 4.720 i nuovi casi di Coronavirus delle ultime 24 ore, e 71 il numero dei decessi contro i 52 di ieri. I dati confermano la tendenza in lieve calo della curva epidemica in Italia. I test effettuati sono stati 318.865, ben 184 mila in più del giorno precedente, per questo il tasso di positività scende di un punto secco, dal 2,5% all’1,5%. Nelle terapie intensive si contano 40 ingressi giornalieri, un quarto dei casi in Puglia, mentre i ricoveri ordinari sono 5 in più (ieri +86), 4.307 in tutto. La regione con più casi odierni è ancora la Sicilia, anche se in leggero calo da qualche giorno, con 875 contagi, seguita da Veneto (+583), Lombardia, che invece dà cenni di aumento (+510), Emilia Romagna (+396), Lazio (+354) e Campania (+311). I casi totali salgono così a 4.579.502. In aumento i guariti, 6.877  a fronte dei 3.977 di ieri, per un totale dall’inizio della pandemia di 4.316.077. Il numero delle persone attualmente positive cala per il terzo giorno di fila, e stavolta nettamente: 2.233 in meno (ieri -682), e sono 133.787 in tutto, di cui 128.917 in isolamento domiciliare.

Regioni / Sicilia

Rallenta la corsa del Coronavirus in Sicilia. Il dato segna 875 nuovi positivi su un totale di 24.465 test. L’incidenza passa quindi dal 7,4% di ieri al 3,5% di oggi. L’Isola resta comunque la regione con l’incremento più consistente e si contano anche 29 decessi, di cui solo 7 nelle ultime 24 ore. Al momento sul territorio regionale sono 28.547 gli attualmente positivi, 404 meno di ieri. In lieve miglioramento la situazione negli ospedali: i ricoverati non gravi sono passati dagli 855 di ieri agli 850 di oggi, mentre il numero dei pazienti in terapia intensiva o sub-intensiva è sceso da 120 a 116.

Veneto

Sono 583 i nuovi casi di Covid scoperti in Veneto nelle ultime 24 ore. Il numero porta il totale degli attualmente positivi a 13mila. Praticamente invariato il numero dei ricoverati, quattro in più nelle aree non critiche e uno in meno nelle terapie intensive. Tre i decessi.

Lombardia

Sono 510 i nuovi positivi in Lombardia, lo 0,8% dei 58.238 tamponi processati nelle ultime 24 ore. Un decesso registrato oggi, con il totale che sale a 33.937. Se calano i pazienti in terapia intensiva, -2 da ieri per 54 letti occupati, c’è un rialzo dei ricoverati negli altri reparti: +9, con 384 lombardi in ospedale. Sul fronte provinciale, è sempre Milano a guidare con 121 nuovi casi, di cui 43 in città. Seguono Varese a 89 e Brescia con 58 positivi in tutta la provincia. Meglio nelle province di Monza e Brianza: 39; Bergamo: 37; Pavia: 36; Mantova: 31; Cremona: 24; Como: 19; Lodi: 13; Lecco: 10; Sondrio: 3.

Emilia-Romagna

Tornano sotto i 400 i contagi in Emilia- Romagna. Sono 396 nelle ultime 24 ore, su un totale di 33.628 tamponi eseguiti (positivo l’1,2%). La situazione nelle province vede Bologna al primo posto con 116 nuovi casi, seguita da Modena (64) e Piacenza (57). Poi Rimini (37), Ravenna (29), Ferrara (25), Reggio Emilia (24); quindi Cesena (15), Forlì (14), Parma (12). Infine, il Circondario imolese (3). I guariti sono 457 in più rispetto a ieri: diminuiscono quindi i casi attivi, cioè i malati effettivi, che oggi sono 15.593 (-63 rispetto a ieri). Si registrano due decessi in provincia di Ferrara e in totale, dall’inizio dell’epidemia, il numero di morti sono 13.388. Stabili anche i dati sui ricoveri negli ospedali. I pazientiin terapia intensiva sono 45 (-4 rispetto a ieri), 410 quelli negli altri reparti Covid (invariato).

Lazio

“Oggi – fa sapere l’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato – su 8520 tamponi molecolari nel Lazio e 9139 test antigenici per un totale di 7659 test, si registrano 354 nuovi positivi (+59), 5 decessi (-2), 481 ricoverati (+12), 63 terapie intensive (-1) e 555 i guariti”. L’assessore poi sottolinea che è stato “raggiunto il 79% della popolazione over 12 vaccinato in doppia dose”.

Campania

In Campania, nelle ultime 24 ore, si sono registrati 311 positivi al Coronavirus e 7 decessi, di cui 5 avvenuti nelle ultime 48 ore e 2 avuti in precedenza, ma registrati ieri. I test processati ieri sono 14.352. Il posti letto in terapia intensiva su base regionale sono 656 disponibili, di cui 26 occupati mentre i posti letto di degenza disponibili, tra posti letto Covid e offerta privata, sono 3.160, di cui 354 occupati.

Toscana

I nuovi casi registrati in Toscana sono 303 su 19.300 test di cui 7.571 tamponi molecolari e 11.729 test rapidi. Si registrano anche 8 decessi per Coronavirus. Il tasso dei nuovi positivi è 1,57% (5,3% sulle prime diagnosi). Rispetto a ieri il numero dei nuovi casi è in calo (erano 303) mentre quello dei test effettuati è più che raddoppiato (erano 7.006) di conseguenza il tasso dei positivi è notevolmente diminuito (era 4,47%). In calo i ricoveri: sono 447, cinque in meno rispetto a ieri di cui 53 in terapia intensiva, tre in meno. I guariti crescono dello 0,2% e raggiungono quota 257.117 (93,6% dei casi totali). Gli attualmente positivi sono oggi 10.447, -3,2% rispetto a ieri.

Calabria

In Calabria, oggi, le persone risultate positive al Coronavirus sono 245 in più rispetto a ieri, i nuovi guariti sono 337. Restano 13 i ricoverati in terapia intensiva; mentre salgono di tre unita’ quelli ricoverati in reparto (181). Un nuovo decesso che porta il totale dall’inizio della pandemia a 1.338.

Piemonte

Da ieri i nuovi casi di Covid-19 in Piemonte sono 242 in più (di cui 21 dopo test antigenico), pari allo 1,0% di 23.522 tamponi eseguiti, di cui 16.985antigenici. I ricoverati in terapia intensiva sono 23 (+2rispetto a ieri) quelli non in terapia intensiva sono 178 (- 8 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 3.535. I tamponi diagnostici finora processati sono 6.580.229 (+23.522rispetto a ieri), di cui 2.060.547 risultati negativi. Purtroppo, si registrano tre decessi.

Puglia

Oggi in Puglia sono stati registrati 13.424 test per l’infezione da Covid-19 e 119 casi positivi5 i decessi. Attualmente sono 4.095 le persone positive, 213 sono ricoverate in area non critica e 31 in terapia intensiva. Complessivamente dall’inizio dell’emergenza i casi totali sono 265.024, 254.200 sono le persone guarite e 6.729 quelle decedute.

Marche

Altri 110 nuovi casi di Covid-19 nelle Marche, su un totale di 4.813 tamponi processati. Il tasso di positività è del 3,4% e non si registrano nuove vittime rispetto a ieri. I ricoveri in terapia intensiva calano di una unità rispetto a ieri (20), in semi-intensiva sono 20 (+2 su ieri), in non-intensiva sono 39 (invariato). In totale si registra un ricovero in più rispetto a ieri, 79, e ci sono anche quattro dimessi in più (105.086 dimessi/guariti da inizio pandemia).

Liguria

Sono 107 i nuovi casi di positività registrati in Liguria: nelle ultime 24 ore effettuati 3.543 tamponi molecolari, 5.016 antigenici rapidi. Sono 81 i pazienti ricoverati, 2 in meno di ieri. Di questi, 8 sono in terapia intensiva. Il bollettino riporta un nuovo decesso: sono 4.388 le vittime da inizio emergenza.

Umbria

Un altro giorno con più guariti dal Covid, 120, che nuovi casi, 104, in Umbria dove non sono stati registrati nuovi morti e scende il numero degli attualmente positivi, 1.577, 16 in meno. Stabili, 57, i ricoverati negli ospedali con 6 posti occupati in terapia intensiva (erano sei). Sono stati analizzati 2.450 tamponi e 5.600 test antigenici, con un tasso di positività sul totale del 1,29 per cento (era 0,43 lunedì e uno lo stesso giorno della scorsa settimana).

Sardegna

Sale a 1.599 il bilancio delle vittime del Covid in Sardegna, aggravato da altri tre decessi. I nuovi casi sono 99, su un totale di 2.298 persone testate, a conferma di un trend dei contagi in netta discesa. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 8.125 test. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 30 (+2 rispetto a ieri), quelli in area medica sono 232 (-3). Sono 6.029 le persone in isolamento domiciliare, 276 in meno di ieri.

Le altre regioni

Zero contagi in Molise, 77 in Friuli Venezia Giulia, con un decesso, e ben 94 nuovi casi in Basilicata. Nelle ultime 24 ore, in Alto Adige si sono registrati 70 nuovi casi e in Trentino 41, zero decessi in entrambe le province autonome. In Abruzzo 70 nuovi positivi e nessun morto, in Valle d’Aosta Nessun decesso e 10 nuovi casi positivi.

Covid, anticorpi monoclonali ‘alternativa’ a terza dose



In questo articolo:


Change privacy settings