Criminalità, Scalfarotto: “Nel Foggiano clima da guerra civile, massimo impegno del Ministero dell’Interno”

“Una situazione da far west dove la criminalità organizzata agisce in sprezzo della legge sfidando apertamente lo Stato”

“Oggi si è consumato l’ennesimo fatto di sangue nel foggiano: a San Severo. Ferito, ancora una volta, un bambino”. Così in una nota il sottosegretario all’Interno Ivan Scalfarotto dopo l’agguato di oggi costato la vita a Luigi Ermanno Bonaventura, 32enne già noto agli investigatori. 
“Una situazione da far west dove la criminalità organizzata agisce in sprezzo della legge sfidando apertamente lo Stato. Non è accettabile che si arrivi a sparare per strada, in un clima da guerra civile”, prosegue Scalfarotto.
“Ho immediatamente sentito il sindaco di San Severo, Francesco Miglio, e gli ho assicurato il massimo impegno del Ministero dell’Interno, a livello centrale e periferico, per contrastare la criminalità e dare ai cittadini una risposta forte in termini di sicurezza e di legalità sul territorio” conclude.



In questo articolo: