Turismo e Covid, i pronto soccorso pugliesi in affanno. Emiliano emana ordinanza sulla riorganizzazione

Per far fronte al numero sempre maggiore di persone, soprattutto in questo periodo

Potenziare i pronto soccorso pugliesi durante l’estate coinvolgendo i medici di base e i dirigenti medici in servizio presso altre unità operative degli ospedali. Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha emanato un’ordinanza (Scarica Qui) per far fronte al numero sempre maggiore di persone, soprattutto in questo periodo con i turisti, che stanno facendo ricorso ai pronto soccorso. L’ordinanza ha effetto immediato e durerà almeno fino al 31 agosto, salvo proroghe.

“Per far fronte all’emergenza, in subordine, potranno essere coinvolti anche i dirigenti medici in quiescenza – si legge -. I medici di assistenza primaria e continuità assistenziale e i medici in quiescenza dovranno essere alloggiati in una zona pre- filtro al pronto soccorso per la valutazione dei codici classificati in ingresso con codice bianco o verde”.

I direttori delle unità operative degli ospedali pugliesi, invece, dovranno garantire la massima disponibilità di posti letto necessari alla gestione dei ricoveri in emergenza da pronto soccorso. La Regione ricorda che solo il 4 agosto ci sono stati oltre tremila accessi, causati principalmente dall’emergenza caldo e dalla quarta ondata Covid.



In questo articolo: