GAL Gargano: finanziati progetti per 3 milioni e 500 mila euro e bandi ancora attivi per oltre 1 milione e 500 mila euro

Di Iasio: “Una risposta concreta per le esigenze del territorio”

Sono stati 60 i progetti complessivamente finanziati dall’intervento “Creazione di start-up extra-agricole” del GAL Gargano nell’ambito delle risorse assegnate all’interno della programmazione 2014/2020 del PSR Puglia. “In questi due anni, caratterizzati anche dall’emergenza sanitaria, sociale ed economica legata alla pandemia in atto, il GAL ha finanziato progetti per 1 milione e 700 mila euro contribuendo, per quanto di propria competenza, al rafforzamento delle filiere del sistema Gargano attraverso sostegni economici volti ad incentivare gli investimenti per attività di diversificazione aziendale ed economica necessari per la crescita, l’occupazione e lo sviluppo sostenibile anche attraverso la creazione di nuove attività extra-agricole con conseguente aumento delle opportunità di lavoro”.

Lo dichiara il presidente del consiglio di amministrazione dell’Ente di Monte Sant’Angelo, Biagio di Iasio, nel rendere noti i risultati dell’intervento che si somma ai 19 progetti per contributi pari a 400mila euro dei bandi “Sostegno alla commercializzazione” e “L’anello mancante: un piano di azione garganica per l’economia circolare” ed ai 9 progetti per oltre 1 milione e mezzo dell’intervento dedicato alle Amministrazioni Comunali “Sentieri di incontro: valorizzazione delle filiere locali”. I contributi pubblici totali già assegnati dal GAL ammontano ad oltre 3 milioni e mezzo di euro. Ancora aperte altre opportunità di finanziamento per imprenditori e aziende. “Durante questi mesi – prosegue il Presidente – l’attività del GAL procede sia attraverso l’intervento “Sostegno alla commercializzazione”, per una dotazione complessiva di circa 500 mila euro a sostegno dell’accesso al mercato delle imprese dell’area Garganica e per promuovere un’azione coordinata di valorizzazione e promozione del territorio Garganico, sia attraverso un nuovo bando “Ospitalità verde. Accoglienza sostenibile e innovativa” che mette a disposizione 1 milione di euro per sostenere investimenti finalizzati alla riqualificazione e diversificazione funzionale e organizzativa delle imprese e sostenendo così lo sviluppo di imprese extra-agricole di piccole dimensioni, quali B&B imprenditoriali, affittacamere, albergo diffuso e ostelli della gioventù”. L’intervento “Sostegno alla commercializzazione” prevede, per progetti di investimento fino a € 50.000,00 un contributo a fondo perduto di massimo 25.000 euro mentre l’intervento “Ospitalità verde. Accoglienza sostenibile e innovativa” prevede, a fronte di un investimento massimo di € 140.000,00, un contributo a fondo perduto di massimo 70.000 euro.

“Mai come questa volta il GAL risponde concretamente alle esigenze del territorio e, attraverso un’attenta rimodulazione della sua Strategia di Sviluppo Locale, fornisce un importante supporto al tessuto economico del Gargano. Un successo – conclude Di Iasio – reso possibile oltre che dall’intero consiglio di amministrazione che mi onoro di rappresentare, dal preciso lavoro portato avanti dalla Direttrice del GAL Gargano, Annarosa Notarangelo, e dall’intero staff di animazione territoriale, che ringrazio, capace di intercettare, attraverso una reale presenza nei 15 comuni dell’area GAL, i bisogni prioritari ai quali far fronte con le risorse previste dalla sottomisura 19.2 del PSR Puglia”.



In questo articolo: