Consiglio regionale, la cerignolana Cicolella è “ripescata” secondo il Tar Puglia. L’ufficialità rinviata a luglio

La politica cerignolana ha vinto il ricorso

Il Tar di Bari ha deciso: il ricorso presentato dai dem Sergio Blasi e Teresa Cicolella da Cerignola contro l’attribuzione dei seggi decisa dalla Corte di Appello di Bari all’indomani delle elezioni regionali, che di fatto a oggi li esclude dal Consiglio regionale, è stato accolto.
Nel dispositivo della sentenza pubblicata oggi, il Tar dispone l’annullamento dell’atto di proclamazione degli eletti nella parte in cui si attribuiscono 2 soli seggi, anziché 3, al Partito Democratico nella provincia di Lecce e Foggia e quindi, in virtù di tale principio, la loro elezione. Nel merito, dunque, il Tar si è espresso per il formale recepimento da parte della Prefettura di quanto deciso nell’atto di proclamazione degli eletti.
Tuttavia per i due dem non è ancora fatta, come spiega dettagliatamente in un post l’ex segretario regionale del PD. Per avere l’ufficialità di quanto disposto oggi dal Tar occorre attendere l’8 luglio, data in cui è stata fissata l’udienza pubblica definitiva.





Change privacy settings