Medici Asl Foggia vanno a Castelluccio Valmaggiore per i vaccini ma sbagliano strada e restano impantanati. Salvati dalla Protezione civile

Dirottati dal navigatore sulla sp124, una strada interrotta dal fiume Celone, scenario nel 2005 della tragedia dei due tecnici danesi

Giornata di vaccini per gli ultraottantenni a Castelluccio Valmaggiore. Ma c’è l’intoppo. I medici dell’Asl di Foggia dovevano presentarsi in paese alle 9:30 con appuntamento presso il poliambulatorio comunale ma il navigatore li ha spediti altrove, sulla sp124, una strada interrotta dal fiume Celone. I vaccinatori sono rimasti impantanati tanto da costringere il sindaco di Castelluccio, Rocco Grilli ad inviare sul posto la Protezione civile con il fuoristrada. I medici avevano impostato il navigatore sulla via più breve, finendo sulla provinciale mai rifatta. Circa tre anni fa si erano poste le basi per la costruzione di un ponte, necessario soprattutto per prevenire possibili nuove tragedie. Nel 2005, infatti, due tecnici danesi, manutentori di impianti eolici, rimasero uccisi ingoiati dal fango. Il progetto, però, si è subito arenato e i fondi sono stati destinati al rifacimento di un’altra strada del subappennino. I medici, intanto, con un ritardo di circa un’ora e mezza hanno raggiunto Castelluccio per le vaccinazioni.