Variante inglese, sono 16 i casi in provincia di Foggia: quasi tutti a Orta Nova e Stornara. Il report della Regione

La mutazione si starebbe sviluppando a macchia d’olio in diversi comuni pugliesi

La variante inglese del Covid-19 sta circolando anche in provincia di Foggia. Secondo l’ultimo report della Regione Puglia, i cui dati sono stati inviati dal Policlinico di Bari all’Istituto Superiore di Sanità, sono coinvolti 47 comuni (nella prima rilevazione erano 16, con Orta Nova presente ad un caso), con 634 tamponi analizzati e una differente distribuzione dei casi. La variante si starebbe sviluppando a macchia d’olio.

I dati sono stati anticipati dall’edizione odierna della Gazzetta del Mezzogiorno. È a Fasano (61 campioni su 66) che è stata rilevata la maggior quantità di positivi per la variante inglese (92,4%). Un numero, quello registrato nel centro in provincia di Brindisi, che supera in valore assoluto anche Bari dove i casi di variante inglese nel giorno preso a campione sono stati 45 su un totale di 109 positivi. Per quanto riguarda i capoluoghi, non ci sono casi di variante inglese né a Lecce né a Taranto, mentre ne è stato rilevato solo uno a Brindisi (su 17 positivi), Andria e Trani (su 8), Foggia (su 6) e due a Barletta (su 16).

Pur a fronte di numeri assoluti estremamente bassi, è rilevante la percentuale dei casi di variante rilevati ad Acquaviva delle Fonti (14 su 17, l’82%), Massafra (11 su 13, l’84%) e Santeramo (18 su 25, il 18%). In altri 10 Comuni è stato registrato in un giorno il 100% dei casi di variante inglese, ma a parte Stornara (8 su 8) in tutti gli altri stiamo parlando di un massimo di tre contagi. Nella maggioranza degli altri 47 Co- muni, infine, la presenza della mutazione è limitata a un massimo di 4 casi: fanno eccezione Bitritto (8 su 11), Orta Nova (7 su 8), Monopoli (5 su 11) e Corato (5 su 7).

Più ancora della distribuzione territoriale è interessante il dato di quella per età: la maggior parte dei positivi alla variante inglese (68) appartiene alla fascia 36-55, seguita dalla fascia 56-75 (58), 18-35 (48), oltre 75 (41) e fino a 17 anni di età (30). Il virus inglese, così come la variante spagnola che è ancora la più diffusa, colpisce in prevalenza le donne (56,7%).

La presenza di Orta Nova tra i primi 16 comuni di Puglia in cui si era riscontrata la variante inglese aveva richiamato l’intervento del sindaco Domenico Lasorsa per una precisazione. “Mi sono sentito telefonicamente con la dottoressa Balena, dell’ASL di Foggia. La stessa dottoressa mi ha rassicurato che ad Orta Nova l’unico caso di variante inglese risale ad un mese e mezzo fa: una ragazza che dall’Inghilterra era tornata ad Orta Nova. L’ASL ha confermato che momentaneamente non ci sono casi di ortesi positivi alla variante inglese”. Stando alla seconda survey lo scenario è completamente mutato. 

Ricevi gratuitamente le notizie sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come





Change privacy settings