Controlli a raffica tra San Severo, Torremaggiore e Apricena. Armi e violazione norme anticovid, i risultati della Polizia di Stato

Nel corso della settimana, sia nella città di San Severo che di Torremaggiore e Apricena, sono stati organizzati diversi servizi di controllo del territorio finalizzati alla prevenzione e repressione di reati, specie di natura predatoria e del rispetto della normativa anti Covid. I servizi hanno riguardato soprattutto i luoghi di aggregazione e le attività commerciali al fine di prevenire attività delinquenziali di ogni genere. Sono state controllate numerose persone e soggetti sottoposti a restrizioni. Numerose anche le sanzioni per violazione del codice della strada. I servizi hanno visto coinvolti gli agenti del commissariato di San Severo e dei Reparti Prevenzione Crimine. In tutto sono stati conseguiti i seguenti risultati:

  • persone controllate nr. 748
  • persone con precedenti di polizia nr. 163.
  • controlli a persone sottoposte a obblighi nr. 53
  • controlli a cittadini stranieri nr. 16
  • perquisizioni nr. 11
  • persone deferite all’A.G. nr. 3
  • posti di controllo nr. 44
  • veicoli controllati nr. 442
  • infrazioni cds nr. 23
  • guida senza patente nr. 1
  • infrazioni per mancanza di copertura assicurativa nr. 2
  • carte di circolazione ritirate nr. 2
  • nr. 3 sanzioni covid-19 a persone che hanno trasgredito le regole del DCPM.
  • nr. 2 veicolo rubati rinvenuti

Personale della volante ha rinvenuto, nella zona periferica della città, due veicoli, una Fiat Panda ed una Mercedes C 220, di nuova immatricolazione che, a seguito di accertamenti, sono risultati provento di furto e sono stati restituiti ai legittimi proprietari.

Lo scorso 20 gennaio, personale del Reparto Prevenzione Crimine ha denunciato in stato di libertà un pregiudicato, classe 1979, per il reato di porto di armi od oggetti atti ad offendere. L’uomo è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico della lunghezza complessiva di 19 centimetri senza giustificato motivo.

Il 21 gennaio, personale del Reparto Prevenzione Crimine ha deferito all’autorità giudiziaria un pregiudicato per il reato di oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale. Infine, il 24 gennaio è stato deferito all’autorità giudiziaria un pregiudicato, di 41 anni, per il reato di furto di materiale ferroso.



In questo articolo:


Change privacy settings