“Le periferie di Foggia lasciate allo sbando dall’amministrazione Landella”. Fatigato conta le buche e i disservizi di Cep, Ordona Sud e San Lorenzo

“Via Sbano è diventata pressoché impercorribile per le enormi voragini, lo stesso vale per Viale Europa e Viale Imperiale, due arterie cittadine a lunga percorrenza, dove gli automobilisti per deviare le buche ed evitare danni ingenti alle loro autovetture spesso rischiano incidenti pericolosissimi”

“Mentre tutto tace dal centrodestra di Franco Landella e ci si permette di convocare la conferenza dei capigruppo – da me richiesta già da una settimana insieme ad altri due colleghi dell’opposizione, per la convocazione della seduta di Consiglio comunale nella quale sfiduciare il presidente che ha macchiato l’immagine della città – solo il prossimo 25 gennaio a pochi giorni utili dal primo febbraio termine ultimo per riunire l’assise, noi del M5S andiamo avanti, cerchiamo i problemi e tentiamo di risolverli. Questa mattina, su mia indicazione, sono stati aperti dei ticket per intervenire su numerose buche nei quartieri Cep, Ordona Sud e San Lorenzo”.

A parlare è il capogruppo al Comune di Foggia del MoVimento 5 Stelle Giuseppe Fatigato, che, sollecitato da tantissimi cittadini indignati, sta presentando agli Uffici Comunali tutti i disservizi delle diverse periferie della città. Dalle buche alla potatura degli alberi, fino alle lampade guaste che condannano al buio parti di strade.

“Le periferie di Foggia sono lasciate allo sbando dall’amministrazione Landella. Via Sbano è diventata pressoché impercorribile per le enormi voragini, lo stesso vale per Viale Europa e Viale Imperiale, due arterie cittadine a lunga percorrenza, dove gli automobilisti per deviare le buche ed evitare danni ingenti alle loro autovetture spesso rischiano incidenti pericolosissimi. Non stanno meglio le vie interne dei quartieri, come Viale Kennedy o Via Castellino. Sfido chiunque a percorrere con la macchina Via Sbano. Senza parlare dei marciapiedi: la situazione in periferia è molto triste, nonostante le piste ciclabili, che stanno cambiando il volto del traffico cittadino, per ora ancora senza esito in termini di utilizzo del mezzo a due ruote”, osserva il consigliere comunale pentastellato.

“In Via Parini e in Via Virgilio molte lampade sono spente, i cittadini buttano i loro sacchetti in cassonetti vecchi decenni, tra l’altro anche incendiati. Da tempo ho segnalato il problema all’Amiu, senza risposta. Assente anche la potatura degli alberi in Via Sbano e Viale Kennedy, che pure ho indicato all’assessore Matteo De Martino. Tutto è lasciato al caso e all’incuria, come i ceppi dei pini abbattuti, che anziché essere estratti marciscono nel terreno con tutte le radici, non permettendo così la tempestiva piantumazione di nuovi alberi. Il sindaco e i suoi assessori la smettano di incolpare il Salva Enti: per ripristinare un chilometro di manto stradale si spendono circa 100mila euro. Perché non si agisce? Cosa aspetta la nostra amministrazione? O è davvero tutta una barzelletta la gestione di questa città?”, conclude Fatigato.





Change privacy settings