La Lega pugliese taglia fuori Foggia dai vertici regionali, già finita l’era di Ursitti. Marti nuovo segretario del partito

Il nuovo riferimento dei leghisti: “Ho deciso di nominare Chiarelli e Tateo vicesegretari. Con loro parte la nostra strutturazione in tutta la regione. Nuove adesioni e creazione di dipartimenti”

Già finita l’era di Raimondo Ursitti nella Lega pugliese e con lui anche il peso di Franco Landella nel partito del Capitano. Il segretario generale della Fiera perde anche il suo ruolo di vice in attesa di un incarico nazionale. L’europarlamentare Massimo Casanova (in foto sopra con Ursitti), amico di Matteo Salvini non pone un suo uomo nell’organigramma di vertice dopo che neppure a Joseph Splendido era riuscito di diventare capogruppo leghista in Regione Puglia nonostante il risultato lusinghiero in termini di percentuali in provincia di Foggia. Tutto spostato sull’asse salentino-barese il piglio delle decisioni.
Dopo mesi di commissariamento del parlamentare abruzzese Luigi D’Eramo venuto a sanare le divisioni tra fazioni, diventa segretario il senatore Roberto Marti, già indagato per l’affaire degli alloggi a Lecce.

“La sfida dei prossimi anni è rigenerare sul territorio il centrodestra perché possa rappresentare una vera alternativa di governo in termini di idee e di progetto politico così da non essere solo un cartello elettorale del passato. La Lega su tale sfida ha la responsabilità di guida, come primo partito del centrodestra italiano, ma soprattutto al Sud svolgerà il ruolo di federare tutte quelle esperienze civiche che rappresentano sui territori la vera ricchezza democratica da cui ripartire. In Puglia avvieremo immediatamente il dialogo con tutte le liste civiche, in ogni singolo comune dal più piccolo al più grande, saremo ovunque, non solo con le nostre sezioni, ma soprattutto con il nostro supporto in chiave sovracomunale alle esigenze di Sindaci ed amministratori indipendenti”, spiega Marti in una nota.
“È un progetto ambizioso, che necessita di molto lavoro e di una presenza quotidiana in tutta la regione, per questo – d’Intesa con il Segretario Federale Matteo Salvini – ho deciso di nominare l’on. Gianfranco Chiarelli e l’on. Annarita Tateo Vice Segretari Regionali. Con loro parte la strutturazione del partito in tutta la regione, che rafforzerà, con le nuove adesioni e soprattutto con la creazione dei dipartimenti, l’ottimo assetto già messo in campo dal mio predecessore Luigi D’Eramo”.