Il nuovo ospedale di Foggia è realtà, Dattoli: “Potenzieremo lotta al Covid nel vecchio ospedale, Deu migliorerà emergenza-urgenza”

Con il nuovo plesso verranno decongestionate le aree contigue e sovrastanti il Pronto Soccorso e rafforzate le aree di degenza dedicate a pazienti affetti da CoViD-19

l Dipartimento di Emergenza Urgenza è stato attivato il 10 novembre, ultimate le complesse prove di funzionamento e le verifiche funzionali impiantistiche e perfezionata l’istanza di agibilità dello stesso. IL DEU (Dipartimento di Emergenza Urgenza) – Ospedale NoCovid rappresenterà il volano di sviluppo del Policlinico Riuniti di Foggia per il settore dell’Emergenza Sanitaria e della Chirurgia Cardio-Toraco-Vascolare. Dal punto di vista emergenziale, il DEU rappresenta la possibilità di potenziare la risposta al Covid del Policlinico Riuniti di Foggia su più poli, con l’immediato decongestionamento delle aree contigue e sovrastanti il Pronto Soccorso e con il rafforzamento delle aree di degenza dedicate a pazienti affetti da CoViD-19, mantenendo e potenziando l’omogeneità funzionale della “prima linea” di difesa ospedaliera dal CoViD.

In sintesi, parallelamente alla crescita del DEU come futuro Ospedale NoCovid, le altre tre iniziative di sviluppo del Policlinico Riuniti di Foggia sono: il piano emergenziale Covid con il sistema a più poli e punti di difesa anti covid; il D’Avanzo, cantierizzato per il futuro Ospedale Covid; il presidio ospedaliero Lastaria di Lucera, che si sta sviluppando con le sue attività come Ospedale no Covid a forte integrazione del Dipartimento Geriatrico – Riabilitativo.

Ricevi gratuitamente le notizie sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come





Change privacy settings