Rimborsi d’oro ai commissari straordinari di Manfredonia. Oltre 16mila euro in tre mesi per viaggio, vitto e alloggio

Dopo le accuse di immobilismo, adesso scoppia il caso delle spese. Tutta colpa di una recente determinazione dirigenziale

Rimborsi d’oro ai commissari straordinari del Comune di Manfredonia? Dopo le accuse di immobilismo, adesso scoppia il caso delle spese. Nell’oggetto di una recente determinazione dirigenziale, si legge:Impegno e liquidazione di spesa per rimborso spese di viaggio, vitto e alloggio da corrispondere alla Commissione Straordinaria incaricata della gestione dell’Ente”.

Si tratta di oltre 16mila euro per spese di viaggio, vitto e alloggio nel periodo agosto-ottobre 2020, assegnati ai commissari Piscitelli, Crea e Soloperto, giunti in Comune dopo lo scioglimento per mafia dell’ente di Palazzo San Domenico. Qualcuno ha storto il naso dinanzi alle cifre, segnalando la vicenda alla nostra testata. Sul documento è riportato questo: “Si determina di impegnare la complessiva spesa di € 16.148,53 al cap. n. 51 ‘Missioni Commissario, Sub Commissario e Commissione Straordinaria’ del bilancio provvisorio 2020″.

La cifra è stata così distribuita: “Liquidata al dottor Vittorio Piscitelli la somma di € 4.952,76 per il rimborso delle spese di viaggio, vitto ed alloggio connesse con l’incarico affidato per il periodo agosto-ottobre 2020″. E ancora, “liquidata alla dottoressa Francesca Anna Maria Crea la somma di € 7.131,45 per il rimborso delle spese di viaggio, vitto ed alloggio connesse con l’incarico affidato per il periodo agosto-ottobre 2020″. Infine, “liquidata al dottor Alfonso Agostino Soloperto la somma di € 4.064,32 per il rimborso delle spese di viaggio, vitto ed alloggio connesse con l’incarico affidato per il periodo agosto-ottobre 2020″.

Come riporta il documento, “i componenti della Commissione Straordinaria che ne hanno fatto richiesta, sono autorizzati a far uso anche del mezzo proprio, sollevando l’amministrazione da qualsiasi responsabilità circa l’uso dello stesso e che agli stessi compete, il rimborso delle spese di viaggio, vitto ed alloggio documentate e strettamente connesse con l’incarico affidato, nonché l’eventuale spesa sostenuta per il pedaggio autostradale, il noleggio auto e l’utilizzo di taxi”.





Change privacy settings