Rimpasto Landella, fuori D’Innocenzio e dentro Citro in Am Service. L’Udc: “A noi ora un assessorato”

La nota del centrista è amara e lancia una nuova grana per Landella rivendicando un assessorato per lo Scudo Crociato, benché in aula Tonino Capotosto alle ultime regionali abbia votato secondo i diktat del sindaco, ossia il leghista Joseph Splendido

Accusa il sindaco Franco Landella di incapacità a gestire gli incarichi il coordinatore dell’Udc Francesco D’Innocenzio sostituito dalla vicepresidenza di Am Service da Antonio Citro, fratello del consigliere comunale Paolo Citro eletto in una civica del sindaco.
La nota del centrista è amara e lancia una nuova grana per Landella rivendicando un assessorato per lo Scudo Crociato, benché in aula Tonino Capotosto alle ultime regionali abbia votato secondo i diktat del sindaco, ossia il leghista Joseph Splendido, e Max Di Fonso che era candidato si sia dichiarato ormai cassaniano. L’Udc non sembra aver costruito per ora un suo gruppo.
Ecco intanto la nota.

Prendo atto che il sottoscritto nominato in data 06/08/2019 con determina numero 24 , veniva nominato vice presidente della municipalizzata AM SERVICE SRL, ad oggi data 17/11/2020 con
determina n.30 , il sottoscritto prende visione in maniera autonoma del sollevamento dell’incarico e relativa sostituzione con il geom. Antonio Citro. Il sindaco preventivamente non ha provveduto ne a comunicarlo al CDA ne al sottoscritto.
Con questo tanto si ringrazia, e si richiedono le promesse elettorali fatte nel 2019 in cui ha
dichiarato pubblicamente che all’UDC veniva riconosciuto l’incarico assessorile .
Inoltre, non siamo mai stati convocati dal Sindaco come più volte richiesto.
Si attende la nomina dell’assessorato in quota UDC , e si rimarca che lo stesso fa parte del CDX





Change privacy settings