200 agenti per controlli straordinari a Cerignola, perquisizioni e arresti in attività ad “alto impatto”. VIDEO

Oltre 200 agenti sono stati impegnati nell’attività di controllo straordinario del territorio ad “alto impatto” dal 19 al 25 ottobre scorsi,  ponendo in essere una serie di operazioni preventive e repressive a Cerignola.
L’attività preventiva è consistita, soprattutto, nel presidiare gli obiettivi sensibili maggiormente esposti ai reati predatori, con l’effettuazione di numerosi posti di controllo che hanno consentito di identificare e controllare 1014 persone e 542 veicoli, nonché di effettuare 20 perquisizioni sul posto ai sensi dell’art. 4 L.152/75.

Inoltre, sono state effettuate 16 perquisizioni domiciliari in abitazioni e garage del centro cittadino. Sono stati arrestati diversi pregiudicati: F.P.M. cl.84, pregiudicato cerignolano, in esecuzione di ordine di carcerazione, dovendo lo stesso espiare la pena di anni 5 e mesi 4 di reclusione per reati contro il patrimonio; C.C. cl.89, pregiudicato cerignolano, in esecuzione di ordine di carcerazione, dovendo lo stesso espiare la pena di anni due e mesi sei di reclusione per reati in materia di sostanze stupefacenti; M.A. cl.54, pregiudicato cerignolano, per lesioni personali dolose aggravate in danno di un cittadino nigeriano; G.L. cl.88, pregiudicato cerignolano, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Nella circostanza, sono stati sequestrati 60 grammi di hashish,  4,4, grammi di cocaina, 2 grammi di marijuana, nonché sostanze da taglio, due bilancini e materiale per il confezionamento delle dosi.

Denunciati in stato di libertà: A.H. cl.86, pregiudicato residente a Cerignola, per detenzione ai fini di spaccio di 6 cipolline di cocaina; E.T. cl.96 e V.P. cl.86, entrambi pregiudicati di Cerignola ed Orta Nova, per porto abusivo di armi e/o oggetti atti ad offendere. Nella circostanza, il primo veniva trovato in possesso di uno sfollagente telescopico della lunghezza di 67 cm., mentre il secondo di un coltello a serramanico; R.M. cl.42, cerignolano incensurato, per detenzione abusiva di un fucile doppietta privo di marca e 16 cartucce cal.12 e per omessa custodia di una pistola Tanfoglio cal.6,35, dallo stesso legalmente detenuta.

In collaborazione con la Polizia Locale, in questo viale di Levante, tristemente noto perché luogo di stazionamento di numerosi commercianti abusivi e teatro del ferimento del cittadino nigeriano di cui sopra, sono stati, altresì, controllati 3 commercianti di frutta e verdura abusivi ed elevati altrettanti verbali di contestazione di violazione amministrativa, con conseguente sequestro di nr.115 casse di frutta, bilance e materiale vario per l’esposizione della merce.





Change privacy settings