Enoagrimm piange Dario Montagano. “Non sarà una vicenda giudiziaria a gettare ombre sulla sua storia di imprenditore”

“Carattere allegro e scoppiettante. Ha rivoluzionato e valorizzato il comparto agricolo”

“Dario Antonio Montagano, conosciutissimo e apprezzato imprenditore del settore agricolo, industriale e turistico ci ha lasciato”. Inizia così il comunicato di Enoagrimm San Severo dopo la tragica morte del sanseverese, trovato senza vita nel giardino della sua abitazione.

“Non è solo la sua famiglia che lo piange – si legge nella nota diffusa alla stampa -, è tutto il territorio che ha perso un amico, un figlio illuminato ed un sostenitore delle bellezze di questa terra. Da ore sui social network e per strada a San Severo e nei comuni limitrofi sono tanti gli episodi e i ricordi che si raccontano quanti lo conoscevano. Una persona semplice ma autorevole che non ha mai fatto mancare il proprio sostegno a quanti chiedevano aiuto per avviare una squadra di calcio, un gruppo folkloristico o un’attività sportiva, lui non si tirava mai indietro, come un buon capofamiglia cercava di tenere contenti tutti”.

“Una persona semplice e schietta – continua la nota – ma capace di fare grandi cose, un imprenditore illuminato che negli ultimi 40 anni ha rivoluzionato e valorizzato il comparto agricolo con l’avvento delle macchine per la raccolta del pomodoro, il prezzo minimo garantito sui prodotti raccolti, i tre frantoi e tanto altro ancora a dimostrazione dell’amore per il suo territorio di un uomo dal carattere sempre allegro e scoppiettante”.

“E non sarà una vicenda giudiziaria (l’inchiesta sui rifiuti “Bios”, ndr) ancora tutta da chiarire a gettare ombre su di una persona che ha consentito a tante famiglie di non dover emigrare per cercare lavoro. Quando nei pochissimi attimi che lo separavano da una telefonata all’altra o da una riunione ed un incontro, si abbandonava qualche confidenza, ricordava la sua infanzia, di quando sin da bambino iniziava a ragionare e si comportava da piccolo imprenditore. Non sono mancati anche i messaggi istituzionali come quello del sindaco di Lavarone, Isacco Corradi, il quale in una lettera inviata al presidente della Repubblica Sergio Mattarella riconosce il contributo fondamentale dell’Imprenditore Montagano per lo sviluppo turistico di quell’area del Trentino. Una collaborazione avviata nel 2005. Tanti sono i ricordi e i messaggi alla famiglia di imprenditori e professionisti di tutta Italia. Come il noto architetto veneziano Alberto Cecchetto che ha collaborato con l’imprenditore Montagano nella realizzazione di un complesso turistico  in Trentino. ‘Mi sento in dovere di testimoniare – scrive in una lettera il professionista veneziano -, come in questi anni di collaborazione, ho sempre apprezzato la passione e l’impegno costante di Dario Montagano a valorizzare il contesto ambientale, il bosco e la natura circostante. Abbiamo ad esempio camminato più volte nella neve per valutare ogni albero, senza risparmiare tempo ed energia’. Questo era Dario Antonio Montagano, il rispetto per la natura e per l’ambiente erano una sua prerogativa. Dario si è spento, ma i suoi insegnamenti, il suo esempio e il suo amore per questo territorio rimarranno vivi nel cuore di quanti lo hanno conosciuto”.





Change privacy settings