Foggia Film Festival 2020, Donatella Finocchiaro presidente delle Giurie per la decima edizione della kermesse

L’attrice recentemente ha conseguito il Premio Pasinetti come migliore interpretazione femminile con Il film Le Sorelle Macaluso di Emma Dante al Festival del Cinema di Venezia 2020

Dopo Marit Nissen, Paolo Sassanelli, Giovanni Veronesi, Michele Placido, Sergio Rubini, presidenti delle più recenti edizioni, tocca all’attrice e regista Donatella Finocchiaro presiedere le Giurie della X edizione del Foggia Film Festival, che si terrà a Foggia dal 15 al 21 novembre 2020.

La Giuria di qualità assegnerà i riconoscimenti alle migliori opere in concorso nelle sezioni Feature Films (lungometraggi), Documentaries (documentari) e Short Movies (cortometraggi).

Inoltre, nell’ambito del contest Student Film Fest saranno attribuiti i riconoscimenti University Award e High School Award alle migliori opere presentate dagli studenti delle Università, Accademie di Cinema, Accademie di Belle Arti e Scuole secondarie di II grado.

Donatella Finocchiaro, recentemente ha conseguito il Premio Pasinetti come migliore interpretazione femminile con Il film Le Sorelle Macaluso di Emma Dante al Festival del Cinema di Venezia 2020.

Scoperta al cinema dalla regista Roberta Torre, che la volle protagonista del suo film Angela  (Globo d’oro 2003 come miglior attrice rivelazione ed il Premio Miglior attrice protagonista al Tokyo Film Festival), ha girato tra gli altri, Perduto amor, film d’esordio alla regia di Franco Battiato. Nel 2006 affianca il regista Emir Kusturica nel film Viaggio segreto di Roberto Andò. Lo stesso anno è scelta da Marco Bellocchio per il suo Il regista di matrimoni(Globo d’oro come miglior attrice rivelazione), mentre l’anno seguente è nel film di Maurizio Zaccaro O’Professore e ne L’abbuffata di Mimmo Calopresti accanto a Gérard Depardieu. Poi il ruolo di donna malavitosa nella Puglia della Sacra Corona Unita per Edoardo Winspeare con il film Galantuomini che le è valso il premio per la migliore interpretazione al Festival del cinema di Roma 2008.  

Attrice versatile, spazia tra cinema, teatro e tv con ottimi successi, infatti dopo la fiction Tv Aldo Moro – Il presidentedi Gianluca Maria Tavarelli  (2008), continua ad alti livelli in Baarìa di Giuseppe Tornatore (2009) e nel medio metraggio  Prove per una tragedia siciliana (2009) di John Turturro; il 2011 è l’anno di consacrazione con ben cinque pellicole: I baci mai dati, Sorelle Mai di Marco Bellocchio, Manuale d’amore 3 di Giovanni Veronesi, Senza arte né parte di Giovanni Albanese e Terraferma di Emanuele Crialese. L’anno successivo l’attrice è diretta dall’esordiente Emiliano Corapi nel film Sulla strada di casa, in film d’autore come Sul vulcano (2014) e L’accabadora (2015), a seguire la vedremo in Assolo (2015) di Laura Morante, Tutto quello che vuoi (2017) di Francesco Bruni, Gli sdraiati di Francesca Archibugi (2017), Youtopia di Berardo Carboni (2018), Beate di Samad Zarmandili (2018), Capri-Revolution di Mario Martone (2018), Nonostante la nebbia di Goran Paskaljević (2019) ed  Il delitto Mattarella di Aurelio Grimaldi (2020).

Il Foggia Film Festival promuove e favorisce la conoscenza dei nuovi autori, la circolazione del documentario, sostiene la visibilità delle opere sperimentali che non trovano adeguata distribuzione, con particolare attenzione alle cinematografie e tendenze artistiche emergenti ed al cinema proposto delle giovani generazioni.

Il Festival è promosso e co-organizzato dal Centro di Ricerca Teatrale e di Cinematografia ‘La Bottega dell’Attore’ e Assessorato Cultura Città di Foggia, con il sostegno di Fondazione dei Monti Uniti di Foggia, in collaborazione con Mediafarm, I.T.S. Apulia Digital Maker. Partners: Coop Alleanza 3.0 per il sociale e Rosso Gargano per la legalità della filiera agroalimentare.





Change privacy settings