Foscolo-Gabelli, una mamma non ci sta: “Scuola sempre attenta ma sbaglia a smentire casi Covid. Vogliamo solo chiarezza”

C’è molta amarezza tra i genitori della seconda classe media della Foscolo-Gabelli di Foggia dopo la smentita della dirigente e della sua vice in ordine alla quarantena dei loro figli. Una madre ha raccontato nel dettaglio la situazione. Dalla settimana scorsa una alunna, per il sospetto di contagio da Covid 19 dei genitori, è stata messa in isolamento fiduciario dalla sua mamma e dal papà. Nei giorni scorsi i genitori sono risultati positivi così come la adolescente sottoposta a tampone. Tutti asintomatici.
Nel frattempo da lunedì tutta la classe è a casa in quarantena fiduciaria e in attesa dell’esito del tampone, che è stato realizzato in maniera preventiva lo scorso 13 ottobre. In caso di negatività torneranno in classe il 19 ottobre, lunedì.
La Asl ha suggerito ai genitori di tutta la classe di uscire il meno possibile e di evitare contatti stretti e di utilizzare le mascherine anche in casa. Anche i docenti del corso sono a casa, in Dad.

“I bambini da lunedì stanno in casa; devono rientrare il 19 ottobre e hanno fatto il tampone 13. Ho sempre difeso la scuola, sono attenti, però non dovevano smentire quella notizia, non è una fake news. Vogliamo tutti sperare che nessuno sia contagiato ma perché dire che non è vero? Si manca di rispetto a noi che siamo in casa, con i nostri figli e che stiamo vivendo l’ansia dell’esito del tampone. Intanto i nostri bambini è vero che stanno con le mascherine, che la scuola ha fornito in un pacchetto da 15 per tutto il tempo, ma sono seduti anche nel banco doppio. Ci aspettiamo un po’ di scuse dalla dirigente. Vogliamo solo chiarezza”.





Change privacy settings