Foggiani insorgono contro Landella: “In un giorno così triste per la morte di Francesco, lui pensa al calcio”

Gli utenti del web in coro: “Convocasse il prefetto e i vari comandanti delle forze dell’ordine per mettere la città in sicurezza”

Landella nell’occhio del ciclone per quel comunicato stampa sul Foggia Calcio nel giorno della morte di Francesco Traiano. Ha scatenato molte reazioni indignate l’intervento del sindaco che ieri, in una nota, è tornato a mostrare perplessità sulla società rossonera. Dubbi legittimi visto il caos sulla scelta dell’allenatore, ma Landella non ha certo brillato per tempestività. In queste ore è virale un articolo comparso sul sito chiavedipuglia.it dal titolo eloquente: “A Foggia si muore per mano della criminalità, ma il sindaco si dedica al Foggia calcio”.

Numerosi commenti sulla pagina Facebook della nostra testata: “Landella invece di farsi convocare dal prefetto per mettere in sicurezza la città, dopo la perdita di un concittadino, pensa a convocare il presidente del Foggia calcio”.

Un altro scrive: “Convocasse il prefetto e i vari comandanti delle forze dell’ordine piuttosto che pensare al Foggia calcio, che oggi è morto un cittadino imprenditore”.

E ancora: “Paradossale che in un giorno così triste, arrivi questo annuncio. Ci sono cose che sono fuori della realtà. Sembra che vivano in un Universo parallelo”.

Un lettore: “Penso che oggi il sindaco avrebbe dovuto pensare esclusivamente alla morte del nostro giovane concittadino, al posto di pensare al Foggia calcio”.

“È semplicemente disgustoso leggere l’attenzione della cosiddetta giunta comunale a questi argomenti – scrive un utente – in un giorno in cui è morto un povero ragazzo, imprenditore, che ha lottato fino all’ultimo per difendere la sua attività e quella dei suoi dipendenti da tre balordi!
Ma dove c… vive il nostro sindaco! Vergogna”



In questo articolo:


Change privacy settings