Mascherine obbligatorie all’aperto a Torremaggiore, il sindaco: “Aumento positivi al Covid-19, rischio elevato propagazione virus”

“Considerato l’aumento dei casi di positivi al Covid-19 in provincia e considerato l’elevato rischio di propagazione del virus, questa mattina ho firmato un’ordinanza che dispone l’utilizzo obbligatorio della mascherina come Dispositivo di Protezione Individuale (mascherina facciale di comunità, mascherina monouso o mascherina lavabile, anche auto-prodotta, in materiali multistrato idonei a fornire un’adeguata barriera) da indossare sempre all’aperto, nelle zone a maggiore vocazione aggregativa o dove comunque non possa essere garantita la distanza interpersonale di sicurezza di almeno un metro, nei luoghi pubblici al chiuso come uffici, negozi, nelle attività commerciali o laddove per la natura, idoneità e caratteristiche fisiche di detti luoghi é più facile il formarsi di assembramenti anche di natura spontanea e/o occasionale, sempre e comunque ove non è possibile garantire il rispetto delle norme sul distanziamento sociale”. Lo fa sapere il sindaco di Torremaggiore, Emilio Di Pumpo.
“Il suddetto obbligo fa eccezione per i minori al di sotto di 6 anni e per i soggetti che presentino forme di incompatibilità certificata con l’uso continuativo della mascherina. Mi sento in dovere pertanto di esortare i cittadini a prestare la massima attenzione a rispettare le regole senza dimenticare che buona parte del lavoro da fare per sconfiggere la contagiosità e pericolosità del virus, parte proprio dalle nostre buone pratiche di comportamento. Ho il dovere di tutelare il più possibile la salute dei miei concittadini – conclude – e allo stesso tempo quello di difendere il diritto al lavoro. Seguiamo semplici regole per il rispetto di tutti”.





Change privacy settings