Ortaggi dall’Albania spacciati per italiani, operazione della Gdf smaschera frode in Puglia. Prodotti donati in beneficenza

I finanzieri della Tenenza di Molfetta, nel corso di un servizio di controllo del territorio, hanno sottoposto a sequestro, in Molfetta, venti tonnellate circa di prodotti ortofrutticoli (pomodori, melanzane e peperoni).

La merce proveniente dall’Albania e diretta al mercato ortofrutticolo veneto, viaggiava all’interno di cassette di cartone sulle quali era riportata la scritta “prodotto di origine italiana”, atta ad indurre in inganno l’ignaro consumatore circa l’origine e la provenienza dei beni.

Il sequestro è stato effettuato al termine delle operazioni di controllo di un autoarticolato condotto da un cittadino di origine albanese, eseguite dai militari attraverso l’analisi della documentazione accompagnatoria dei prodotti e l’esame visivo dei medesimi.

I responsabili della frode sono stati segnalati alla procura della Repubblica di Trani mentre la merce, di buona qualità, su disposizione della medesima autorità giudiziaria, è stata data in beneficenza a Enti caritatevoli della Province di Bari e BAT.

Particolare gratitudine è stata mostrata alla Guardia di Finanza dai rappresentanti di tali Enti per l’inatteso aiuto offerto in un momento in cui le strutture versano in non poche difficoltà, determinate, soprattutto, dall’accresciuto afflusso di indigenti che necessitano di ogni genere di conforto.





Change privacy settings