Coronavirus, in aumento i ricoveri negli ospedali foggiani. 56 al Riuniti (8 in Rianimazione), 19 a Casa Sollievo della Sofferenza

A Foggia il dg Dattoli aveva già predisposto il “livello 2” dell’emergenza, riassettando nuovamente l’ospedale per i nuovi scenari in base al livello di complessità da affrontare

Nel Foggiano il Covid torna ad essere preoccupante. Al focolaio nella struttura per anziani e disabili UAL si affianca la crescita dei ricoverati nel Policlinico Riuniti di Foggia. Secondo gli ultimi dati, sono 56 i malati di Covid-19 a ‘media intensità’ in viale Pinto. Sale anche l’età delle persone colpite dal Covid, dopo l’ondata di positivi sotto i trent’anni che ha contrassegnato l’inizio della seconda ondata.

Il direttore generale Vitangelo Dattoli aveva già predisposto il “livello 2” dell’emergenza, riassettando nuovamente l’ospedale per i nuovi scenari in base al livello di complessità da affrontare (il modello permetterebbe di ‘scalare’ in tempi rapidi). Attualmente, i pazienti in Rianimazione-Terapia intensiva sono 8. Nei reparti la situazione è la seguente:21 in Pneumologia, 21 in Malattie infettive e 6 nel settore delle post-acuzie

Nell’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo sono 19 i ricoverati, di cui 3 provenienti proprio dalla Rsa di Foggia in cui si è palesato il cluster.

Ricevi gratuitamente le notizie sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come





Change privacy settings