“Si ritorna a Casa, Rocco ha reagito bene alla prima terapia”. La compagna di Augelli: “Si preoccupa di farci stare bene”

“Si ritorna a casa. 48 ore fa Rocco ha ricevuto la prima iniezione di virus oncolitici. Per fortuna, ha sopportato bene la terapia per cui il dottore ci ha permesso di ritornare in patria.  Ovviamente, i benefici della terapia non sono immediati, occorrerà un pó di tempo con la speranza che su Rocco funzionerà. È l’unica terapia che potrebbe aiutarlo, ma purtroppo non abbiamo garanzie. La prossima iniezione, se tutto va bene e se Dio vorrà, la faremo tra un mese esatto, sempre in Germania”. Ad aggiornare sulle condizioni dell’ex bomber del Vieste, Rocco Augelli, è la compagna Carmela Gorgoglione.

“Ora siamo di ritorno, avremo qualche giorno di pausa, e poi ricominceremo con le terapie integrate tre volte a settimana. Rocco é debole fisicamente, molto stanco anche da questi viaggi lunghi, costantemente provato dai sintomi della malattia ma nonostante questo continua a lottare. Si preoccupa di farci stare bene, di farci ridere e di alleviare le nostre tristezze che legge stampate nei nostri occhi.
Noi lo ripetiamo sempre che solo lui può affrontare questa salita con una tale leggerezza.
Passa pochissimo tempo al telefono ma noi lo teniamo costantemente aggiornato su tutte le vostre straordinarie iniziative e le vostre manifestazioni d’affetto, che gli danno una motivazione in più per continuare a combattere – conclude -, non solo per noi vicini, ma anche per tutte le persone che stanno facendo il tifo per lui. Grazie. Uniti si può”.

La raccolta fondi prosegue sulla piattaforma Gofundme, dove sono stati raccolti circa 150mila euro.