Orsara di Puglia a tutto jazz nel cortile di Palazzo Baronale. Con Dante diventa una piccola Cinecittà

Orsara a tutto jazz. Lunedì 3, martedì 4 e mercoledì 5 agosto, nella splendida cornice del cortile di Palazzo Baronale, per tre serate il ‘paese dell’Orsa’ ospiterà gli spettacoli musicali del Festival dei Monti Dauni, edizione 2020. Si parte lunedì con tre concerti in tre giorni consecutivi, il 3 agosto con Fabio Lepore Gipsy Jazz Trio, il 4 agosto con lo spettacolo NapolJazz, tra classici napoletani e riarrangiamenti inediti e il 5 agosto con  le favole mediterranee di Pasquale Stafano al pianoforte e Gianni Iorio al bandoneon.

Lunedì 3 agosto il primo evento vedrà uno dei migliori chitarristi di gypsy jazz in Italia, Salvatore Russo, ed uno dei più apprezzati cantanti jazz italiani nel mondo, Fabio Lepore, in un progetto dal titolo “Fragile” che propone un mix tra il ritmo gypsy jazz e la melodia italiana ed internazionale, insieme a Tony Miolla alla chitarra e Camillo Pace al contrabbasso.

L’Inferno all’Acquara

C’erano anche Alberto Rossi (Michele Saviani di “Un posto al sole”) e Vanessa Scalera, la “Imma Tataranni” della serie tv con mamma e papà al seguito, ad assistere a “L’Inferno all’Acquara”, il reading letterario su l’Inferno di Dante organizzato dal Comune di Orsara di Puglia in collaborazione con Argot produzioni. In una radura in mezzo al bosco, con le sedute opportunamente distanziate, in due serate sono arrivate oltre 120 persone anche dalle province di Brindisi e di Taranto, oltre che da tutta la Capitanata, per ascoltare le voci di Dante, Virgilio e quelle dei dannati interpretate magistralmente dagli attori Massimiliano Benvenuto e Filippo Gili. 

Docenti di storia e letteratura italiana, “dantisti”, semplici appassionati, sono rimasti affascinati dalla combinazione suggestiva tra la ‘selva’ raccontata nei versi della Divina Commedia e quella reale, tangibile, verde e incontaminata del bosco Acquara. 

Gli spettacoli del 24 e del 25 luglio hanno entusiasmato il pubblico, con molte persone che hanno già nuovamente prenotato il loro posto gratuito per le prossime serate. Il 31 luglio e poi, ancora, l’1, il 7 e l’8 agosto, infatti, “L’Inferno all’Aquara” tornerà: nel primo dei prossimi quattro reading, gli attori si caleranno nei versi e nella trama dei canti dall’undicesimo al sedicesimo; in quelli successivi si arriverà, progressivamente, al 34esimo canto dell’Inferno. Gli spettacoli si tengono a partire dalle ore 18, col tramonto in avvicinamento. L’atmosfera che si crea nella radura, con gli alberi dietro ai due attori che fanno da quinta teatrale, è davvero unica. Natura e cultura insieme per generare emozioni, riflessioni, una rilettura coinvolgente e originale della Divina Commedia, una delle opere appartenenti all’Olimpo della letteratura mondiale.   

Agli spettacoli si può assistere gratuitamente, ma con prenotazione obbligatoria contattando il 347.2355349 o inviando una email all’indirizzo infopointorsaradipuglia@gmail.com.  

“L’Inferno all’Acquara” è un’iniziativa organizzata dal Comune di Orsara di Puglia, in collaborazione con Argot produzioni. Si tiene nell’ambito del programma di eventi “Vivi Orsara”. Francesco Frangipane e Tiziano Panici sono i direttori di Argot, realtà romana del teatro nazionale. Dopo ogni reading, ci saranno gli aperitivi con gli artisti alle ore 20: il il 31 luglio, oltre che il 7 agosto, apericena “Dall’Inferno di Dante al Paradiso di Peppe Zullo”; sabato 1 agosto, sarà la volta dell’incontro da Il Brutto Anatroccolo e infine, l’8 agosto l’apericena nell’agriturismo Monte Preisi. Nell’ambito del FineConfine Festival, inoltre, il 25 luglio si terranno sia a Montaguto (ore 10) che a Orsara di Puglia (11.30) le letture organizzate da Milena Tancredi, della Biblioteca Magna Capitana di Foggia. Il 2 agosto ci sarà la APS Creo Gallery di Foggia che terrà una installazione artistica nel bosco legata all’inferno del lockdown con le immagini realizzate da una serie di artisti

IL 9 AGOSTO CON VANESSA SCALERA. Sarà un 9 agosto molto particolare per Orsara e Montaguto. Vanessa Scalera, l’attrice della serie Tv “Imma Tataranni”, sarà prima a Orsara di Puglia alle ore 16.30 per “Il popolo dauno dà voce all’Antigone” (con i cittadini orsaresi che interpreteranno alcune parti dell’opera di Sofocle, poi alle ore 21 sarà nella vicina e gemellata Montaguto per interpretare il Re Lear di Melania G.Mazzucco.





Change privacy settings