Lasciato dalla moglie minaccia di darle fuoco, arrestato 53enne a San Giovanni Rotondo

Non accettava che la moglie lo avesse lasciato per intraprendere una relazione con un altro uomo, così un 53enne di San Giovanni Rotondo con precedenti di polizia, ha iniziato a perseguitare la moglie e il compagno di quest’ultima, attraverso aggressioni verbali e fisiche, minacce e danneggiamenti. 

A fine giugno, la vittima denunciava presso il Comando Carabinieri di San Giovanni Rotondo che dopo anni di continue violenze, aveva deciso di lasciare il marito per andare a vivere con un altro uomo. Tale decisione creava un forte risentimento nell’uomo, il quale iniziava a perseguitare la moglie e il suo compagno attraverso danneggiamenti, minacce di morte, violenze fisiche e verbali, tanto da costringere la donna a cambiare le abitudini di vita.

Qualche giorno più tardi, la donna presentava ulteriori denunce in quanto il marito continuava a tempestarla di telefonate minacciandola di morte se non fosse ritornata a vivere sotto il tetto coniugale. 

Ma i fatti più gravi si verificavano a distanza di poche ore quando le lanciava addosso una bottiglia di birra senza tuttavia colpirla e qualche ora più tardi, sempre incontrandola per strada, la minacciava di darle fuoco mostrandole una bottiglia dalla quale fuoriusciva un pezzo di stoffa, piena di liquido.

La successiva perquisizione effettuata dai militari presso l’abitazione dell’uomo consentiva di rinvenire, occultati nella cantina, 3 coltelli a serramanico di genere vietato e una mazza da baseball.